Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Ti invitiamo a leggere la Cookie Policy

LA POLITICA CHE ASCOLTA
Per realizzare quello che i cittadini vogliono

    

 IL MIO BLOG PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE

News dell'attività comunale 

dilena angelo

Articoli filtrati per data: Maggio 2021
LA GIUNTA COMUNALE DI PULSANO AVVII L’ITER CONCORSUALE A COSTO ZERO PER LE PROGRESSIONI VERTICALI RISERVATE AL PERSONALE INTERNO ; SOLO COSÌ OGNI DIPENDENTE VINCITORE GENEREREBBE UN POSTO DI CATEGORIA INFERIORE CHE POTRÀ ESSERE POSTO A CONCORSO PER L’ANNO SUCCESSIVO PER NUOVE ASSUNZIONI.
Questo il pensiero del Consigliere Comunale Angelo Di Lena del gruppo "Pulsano Adesso" che nei prossimi giorni discutera' di questa proposta sottopondola al vaglio di tutti i consiglieri comunali:
“In merito al piano triennale del fabbisogno del personale 2021/2023 si osserva che è sempre utile indire dei concorsi pubblici , ma nel momento in cui ci si rende conto che il personale attualmente impiegato svolge mansioni che non le sono proprie e potrebbe essere impiegato per coprire dei posti di lavoro di cui si è alla ricerca , pare veramente paradossale sprecare risorse pubbliche ( perche’ i concorsi hanno un costo elevato ) laddove il personale già impiegato è disponibile a svolgere funzioni che non le sono proprie.
Con lo sfruttamento del personale già a disposizione si andrebbero a coprire le posizioni attualmente vuote , e per i posti in surplus si potrebbe poi indire un concorso pubblico.
In questo modo si valorizzerebbe la professionalita’ gia’ acquisita del personale , ed inoltre si risparmierebbero soldi pubblici”.
Pubblicato in Il mio Blog
Pulsano , il gruppo consiliare di opposizione “Pulsano Adesso” capitanato dal Consigliere comunale Angelo Di Lena contrario al bilancio di previsione finanziario 2021-2023 approvato dall’amministrazione Lupoli questa sera 27 Maggio: “Persa un’altra occasione per dare al paese lo slancio di cui ha bisogno”
"Neppure per questo bilancio ci è stato richiesto un parere preventivo, è un documento privo di idee"
“C’è la tecnica, tutto quadra – dice Di Lena – ma non la politica, la visione a lungo raggio di un paese e della sua Comunità. Eppure le occasioni non mancano. Non contesto la regolarità formale degli atti di cui non ho motivo di dubitare, ma le scelte politiche sottese agli atti programmatori e previsionali”.
“La predisposizione del Dup prima e l’approvazione del bilancio di previsione ora – continua – sono uno degli atti politici più importanti con il quale si prevede la programmazione per l’utilizzo delle risorse pubbliche.
Ci ritroviamo a discutere un bilancio di previsione privo di idee, lontano da novità, un mero documento compilativo.
E’ un bilancio di previsione che rappresenta perfettamente le difficoltà dell’amministrazione e della sua guida politica, evanescente, incapace ed assolutamente priva di un progetto di sviluppo complessivo per il paese, andando a generare una forte accelerazione del processo involutivo di Pulsano ”.
“Neppure per questo bilancio ci è stato richiesto un parere preventivo sull’utilizzo di spazi finanziari, ed è anche per questo motivo che non non sono stati presentati numerosi emendamenti , ma solo uno in ritardo che è stato rigettato per questioni tempistiche , e che comunque sarà riproposto – spiega Di Lena – Non sono stati fatti per mancanza di proposte, di idee o di spirito collaborativo, ma perché un bilancio senza un confronto con chi rappresenta una grandissima parte dei cittadini, risulta un bilancio vuoto nei contenuti e nelle idee. Nei bilanci si deve leggere la politica perché tutto nella vita è politica e qui non troviamo nulla, non troviamo nelle spese di investimento previste per il 2021/ 2023.
Nulla per cercare di arginare la continua chiusura di piccole attività commerciali in tutto il paese, una volta fiore all’occhiello di tutta la Provincia .
Nulla per la ristrutturazione delle strade ( tranne quelle scelte dalla giunta ).
Di Lena sottolinea dai banchi della minoranza : “Dalle somme impegnate per LL.PP negli anni scorsi 2019/2020, rapportate a lavori eseguiti è evidente l’incapacità dell’Ente di tradurre in opere gli stanziamenti effettuati. A fronte di numerosi finanziamenti risultano effettuati pochissimi lavori , pari ad una percentuale bassissima .
Dall’analisi di contesto emerge che il problema più rilevante a Pulsano sia dato in particolare dalla perdita costante di residenti con un saldo anche negativo tra nascite e decessi molto preoccupante”.
“Inoltre – prosegue Di Lena – è evidente che non si stanno affrontando con la dovuta programmazione alcuni problemi legati soprattutto al completamento di alcuni lavori iniziati e non finiti da parecchi anni, come la biblioteca agricola integrata, alcuni tratti di strada e soprattutto il porta a porta che privo di piano economico finanziario sta creando molti problemi .
Le ragioni principali che inducono il gruppo consigliare “ Pulsano Adesso ” capeggiato dal Consigliere comunale Angelo Di Lena ad esprimere un voto contrario all’approvazione del bilancio si riferiscono, dunque, principalmente alla “mancata programmazione di obiettivi e azioni più specifiche da perseguire con lo stanziamento di risorse per la pulizia costante delle strade , della pista ciclabile e delle strade, per la risoluzione dell’annoso problema dell’illuminazione pubblica che salta al primo temporale e per l’annoso problema dei piccioni in molte zone del paese ”.
“In questi mesi negli atti di questa amministrazione troviamo opere (approvate in fretta e furia) l’ennesima presa in giro per i cittadini. In questi anni sarebbe stato positivo aver istituito una commissione cittadina per l’audit, o almeno proporre degli incontri, riunioni possibili e previste dalla legge, una sorta di ‘consulte di quartiere’, sia nel paese che nelle frazioni, dove si poteva ragguagliare la minoranza sulle scelte e le linee guida intraprese, un confronto circa l’impostazione del bilancio e le sue declinazioni nei vari capitoli, invece nulla”.
“Il mio voto è dunque contrario – afferma Angelo Di Lena – a fronte degli ultimi anni di amministrazione del sindaco e della sua giunta.
Contrario alla mancanza di trasparenza e partecipazione che ha profondamente caratterizzato l’intero mandato.
Contrario allo stile ed ai metodi di governo che li ha contraddistinti.
Contrario per la mancanza di risposte rispetto a domande ricorrenti.
E come direbbe qualcuno questa esperienza amministrativa/politica è iniziata male nel 2018 e sta finendo peggio”.
“Tante sono le sfide che si prospettano all’orizzonte – conclude Di Lena – Spiace constatare che con queste scelte, a mio avviso, sia stata persa un’altra occasione per dare a Pulsano lo slancio di cui ha bisogno”.
Pubblicato in Il mio Blog
Si prevede un consiglio comunale ‘avvelenato.
Avvelenato’ perché nella conferenza dei capigruppo di questa mattina alle ore 8,00 c’è stata la dura presa di posizione di una parte della minoranza (Pulsano Adesso ) , espressione politica di cui il consigliere comunale Angelo Di Lena rivendica con forza di fare parte), che ha contestato le modalità di convocazione dell’assemblea .
Tanto da presentare un esposto all’attenzione della Prefettura di Taranto .
“A seguito della convocazione del consiglio comunale di domani 27 Maggio – ha esposto a riguardo Angelo Di Lena –rilevo che i 4 punti all’ordine del giorno aggiuntivi non sono stati preceduti dalla conferenza dei capigruppo per la definizione dell’ordine del giorno, in violazione alle leggi vigenti .
Infatti non si comprende come il presidente del consiglio abbia potuto contestualmente convocare una conferenza dei capigruppo con oggetto ‘Integrazione ordini del giorno prossima seduta del consiglio comunale’ per il 27 Maggio 2021 , senza che si sia tenuta la conferenza dei capigruppo.
La precedente conferenza dei capigruppo, prodromica al consiglio comunale di domani , poneva infatti come data quella del 27 Maggio , con alcuni punti e non quegli comparsi improvvisamente qualche giorno fa .
Ad ogni modo – prosegue Di Lena – una programmazione dei lavori del consiglio comunale non può escludere la convocazione della conferenza dei capigruppo per stabilire definitivamente l’ordine del giorno , che invece è stato deciso in totale autonomia dal presidente del consiglio comunale, assieme ad alcuni capigruppo non inserendo i punti inerenti la composizione delle commissioni senza mai averlo condiviso , con l’aggravante di nominare già in tale seduta il membro della opposizione.
Si evidenzia quindi la palese illegittimità dei punti aggiuntivi per il consiglio comunale previsto domani e di conseguenza è illegittima la convocazione della conferenza dei capigruppo per l’integrazione di ben 4 ordini del giorno mai definiti e in cui ancora oggi ignoro i provvedimenti da adottare, mai visionati in precedenti conferenze dei capigruppo.
Per queste ragioni , questa mattina dopo un aspro confronto ho fatto rinviare la seduta ad oggi pomeriggio 26 Maggio alle ore 15,00.
Pubblicato in Il mio Blog
L’amministrazione Lupoli ha varato lo scorso anno un provvedimento per modificare la viabilità nella zona centro del paese al fine di risolvere alcune criticità del traffico e per creare nuove aree per il parcheggio delle autovetture.
Ne parla il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena che non è soddisfatto dei provvedimenti.
“Il provvedimento adottato dal comune è in realtà solo un modo per incrementare gli introiti da parte del comune in linea con la politica del fare cassa con parcheggi a pagamento nella zona centrale del paese.
Personalmente non condivido questa scelta della amministrazione.
Non credo che sia stato un buon modo per risolvere il problema del traffico cambiare i sensi di marcia e aver creato nuovi posti - che a breve diventeranno a pagamento nelle vie adiacenti a palazzo Giannone , e non solo .
La conformazione del territorio avrebbe richiesto uno studio del piano parcheggi adeguato, coinvolgendo - se solo lo avesse voluto il Sindaco- con un concorso di idee , i tanti tecnici di Pulsano ed uno snellimento del traffico veicolare .
La parziale modifica della viabilità su Via Costantinopoli nel tratto compreso tra Via Roma e Via Umberto I e sulla stessa Via Umberto I nel tratto compreso tra Via Costantinopoli e Via XX Settembre non ha cambiato molto le cose , anzi c’è un maggiore ingorgo stradale e con un assenza di rotatoria non solo c’è il serio rischio di maggiori sinistri stradali , ma c’è anche più smog .
Via Umberto I diventerà a senso unico in direzione Via XX Settembre con parcheggi a pagamento sia sul lato sinistro che sul lato destro in modalità "spina di pesce".
Questo intervento pensato per decongestionare il traffico su Via Roma , per creare isola pedonale in via Costantinopoli e creare nuovi spazi di sosta per chi vuole raggiungere le attività commerciali del Centro, in previsione del trasferimento di parte degli uffici Comunali presso il Palazzo Giannone non è in grado di aumentare i posti totali disponibili, quindi è inutile.
Meglio sarebbe stato pensare parcheggi a spina di pesce con uno studio delle potenziali aree a parcheggio e posti auto nelle varie traverse del paese con una crono programmazione - che ad oggi non esiste - per aumentare il numero di posti auto ed incrementare il commercio.
Perché invece , anziche’ creare altri parcheggi a pagamento non si adibiscono dei parcheggi liberi in alcune aree del paese?
Sarebbe inutile in questo momento in cui arrivano anche i turisti mettere parcheggi a pagamento .
In alcuni paesi turistici come Alborebello dove c’è una adeguata programmazione , ad esempio ci sono aree a pagamento e parcheggi liberi.
La soluzione della viabilità e dei parcheggi non è sicuramente metterli a pagamento ma è crearne sempre di piu’ nuovi e liberi possibilmente .
Tutto cio’ perche’ i cittadini gia’ le loro tasse le pagano, quindi oltre al pagamento delle imposte locali, vedersi tutti i parcheggi a pagamento sarebbe una mancanza di rispetto verso i contribuenti”.
Pubblicato in Il mio Blog
Sulle nostre strade provinciali si continuano a verificare incidenti stradali , purtroppo , in alcuni casi , anche mortali .
Le istituzioni locali potrebbero fare molto di più .
Nei giorni scorsi , alcuni residenti della provincia ionica hanno segnalato che all'ingresso di Carosino ,strada provinciale 4 bis ex SS 603 Carosino-Francavilla Fontana da ambo i lati come vedete in foto ci sono guard rail tagliati e messi dei nastri colorati .
Subito dopo la segnalazione è intervenuto il consigliere dell’Unione dei comuni della fascia orientale della Provincia di Taranto Angelo Di lena, come sempre in prima fila nel denunciare le situazioni di pericolo e le problematiche della viabilità di Terra ionica , il quale ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:
La Provincia sollecitata da noi politici locali ha fatto qualcosa disponendo l’asfaltatura del tratto in questione , ma occorre fare di più, molto di più .
Quanto meno dovrebbe dare una spiegazione sulla presenza di questo nastro su una strada sterrata che non da nessuna sicurezza stradale .
Come rappresentante delle istituzioni continuerò a battermi per chiedere un ulteriore intervento alla Provincia per migliorare le condizioni di questa strada e garantire la sicurezza dei cittadini.
E’ davvero assurdo mettere dei nastri che possano sostituire un guard rail .
Per tutte queste ragioni in data odierna ho presentato un esposto alla Provincia per chiedere :
-le ragioni dell’installazione di questo nastro ;
-forse perché vi è un intersezione con uno sterrato agricolo ?
- E se così fosse perché non viene segnalato adeguatamente?
Da parte mia prometto, come sempre, il massimo dell’impegno nella denuncia e per la risoluzione dei problemi”.
Pubblicato in Il mio Blog
Sabato 15 Maggio alle ore 10.00 in consiglio comunale , ancora in modalità video conferenza , nonostante la Puglia sia in zona gialla , si parlerà dell’impianto della società Progetto Natura.
In questa seduta si sarebbero dovute discutere in base alla calendarizzazione ,le numerose istanze di Di Lena su strade e rifiuti , ma , nonostante le svariate segnalazioni a sua eccellenza Prefetto , non solo si continua a registrare un trattamento discriminatorio delle discussioni dei punti all’ordine del giorno , ma si continua a demolire la democrazia , visto che i cittadini non possono assistere alle sedute consiliari, mentre si prende atto che l’accesso alla sala consiliare invece è previsto - giustamente - per associazioni e iniziative patrocinate dalla giunta .
Quindi la cittadinanza e’ autorizzata a partecipare solo ad iniziative senza contraddittorio !
Fatta questa premessa , queste le dichiarazioni del Consigliere comunale Angelo Di Lena , dopo la riunione di venerdì 7 Maggio con il Sindaco Lupoli e i colleghi della opposizione sull’impianto della società “Progetto Natura”:
“Pur ritenendo necessari ed utili ulteriori accertamenti istruttori sull’unico parere contrario, ma non vincolante della ASL, richiesti alla Provincia di Taranto da parte del Sindaco di Pulsano in merito all’impianto di deposito rifiuti pericolosi e non pericolosi della società Progetto Natura ,sita nella zona industriale del Comune di Pulsano ,è oltremodo doveroso interrogarsi su ciò che è stato fatto e ciò che è stato sollevato nei vari step che hanno portato fino all’approvazione del progetto .
Nello specifico ci si chiede :
- quali iniziative siano state prese durante la conferenza di servizi , momento fondamentale per la valutazione di ogni progetto.
- Poiché l’iter amministrativo si è concluso con l’approvazione del progetto , ne discende che , evidentemente, in fase di conferenza di servizi non è stata eccepita alcuna contestazione , forse adesso fatta tardivamente .
- Ci si chiede dunque , quale sia l’origine del problema, se vi sia una inadempienza del Comune di Pulsano durante la conferenza di servizi ,
- o l’eventuale incompatibilità dell’impianto con la tutela dell’ambiente .
A questo punto ulteriori accertamenti diventano anche un diritto da parte dei cittadini per essere informati , e non sempre tardivamente , sulle conseguenze delle scelte dell’ente”.
Pubblicato in Il mio Blog
Il consigliere dell’Unione dei comuni della fascia orientale della Provincia di Taranto Angelo Di Lena ha abbandonato la riunione del consiglio facendo mancare il numero legale, ma il Sindaco Lupoli per andare in soccorso contatta la sua consigliera di maggioranza , che era assente , per far proseguire i lavori .
Il consigliere Angelo Di Lena ha deciso di abbandonare l’aula perché durante il dibattito aveva posto una serie di quesiti su alcuni finanziamenti.
Improvvisamente però , viene interrotto da un Sindaco , che riferisce al presidente dell’Unione che bisognava sbrigarsi ed approvare subito il Dup 2020/2023 e bilancio di previsione, oltre al rendiconto della gestione per l’esercizio 2020 .
A questo punto il Presidente , dopa la richiesta del Sindaco , stoppa improvvisamente i quesiti che il Consigliere Di Lena poneva ,togliendoli la parola .
Ciò premesso, il consigliere pulsanese
ha preso la parola per esporre il proprio dissenso sul comportamento della gestione della conduzione dei lavori ed infine abbandona l’aula. “Questa è una grave scorrettezza, è un’assemblea arrogante, che non solo non condivide la linea programmatica con i consiglieri , ma addirittura non vuole nemmeno ascoltare ciò che hanno da dire quando si tratta di trasparenza amministrativa ”.
Ha fatto seguito subito dopo l’abbandono di Di Lena l’ingresso - nemmeno a farlo a posta - di una consigliera vicinissima al Sindaco di Pulsano che ha fatto raggiungere il numero legale .
Pubblicato in Il mio Blog