Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Ti invitiamo a leggere la Cookie Policy

LA POLITICA CHE ASCOLTA
Per realizzare quello che i cittadini vogliono

    

 IL MIO BLOG PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE

News dell'attività comunale 

dilena angelo

Articoli filtrati per data: Aprile 2021
Il consigliere Angelo Di Lena chiede al Sindaco di Pulsano la copertura delle buche in alcuni tratti del paese e della Litoranea e la pulizia del bordo stradale di alcune aree e soprattutto agli incroci delle strade provinciali di competenza comunale SP.120 ( viale Canne ) e 121( viale Bosco Caggione incrocio via Mantegna ).
E’ lui stesso a spiegare la situazione:
“Numerosi cittadini in queste ore mi denunciano la gravità delle strade di Pulsano .
In particolare i residenti di via Matteotti pretendono che si copra un cratere al centro strada , e la cosa assurda è che l’asfalto si è talmente frantumato a tal punto che man mano che transitano le auto si scheggiano le porte delle autovetture parcheggiate.
Inoltre non si è ancora provveduto a pulire il bordo stradale per consentire agli automobilisti di sostare in sicurezza in situazioni di difficoltà e le erbacce agli incroci su menzionati.
Ci sono molti tratti di strada invasi dalle sterpaglie che coprono piazzole di sosta ed aree di parcheggio balneare.
La sicurezza stradale va affrontata a 360 gradi, non solo con gli autovelox o Photored, ma soprattutto con interventi su manto stradale , bordi stradali puliti ed erbacce eliminate dagli incroci ”.
Pubblicato in Il mio Blog
“Prendo atto di un progetto dell’Amministrazione di Pulsano il quale , secondo il loro punto di vista, serve a far conoscere la nostra Pulsano.
Ma come già dissi alcuni mesi fa , io ho delle ricette completamente opposte per rilanciare il turismo nel nostro territorio.
E non basta essere felici che il progetto hamlet è sul mensile numero 1 per il settore del Turismo That's Italia di questo mese!
Per essere sintetico non basta assolutamente un articolo di sei pagine con un breve progetto e immagini e descrizioni del borgo storico da visitare per avvicinare i turisti .
Ho sempre pensato che le basi di partenza del rilancio del turismo partano dal promuovere l’identità del nostro territorio attraverso azioni finalizzate a informare e coinvolgere i cittadini e le agenzie che operano nel settore turismo, che purtroppo , in questo storico momento di pandemia , non hanno avuto i giusti ristori da parte del Governo .
Queste ultime hanno bisogno immediato di sostegni per offrire soluzioni moderne urgenti e innovative.
Già perché, a bene vedere, la materia prima nella nostra cittadina è abbastanza, ma ha bisogno di essere valorizzata.
Ovviamente Pulsano, come gli altri paesi della provincia tarantina ha i suoi punti di forza e di unicità in un patrimonio fatto di monumenti, paesaggi, sapori che caratterizzano la sua identità, e necessitano di strumenti mirati alla sua valorizzazione e fruizione”.
Ma come realizzare questa valorizzazione?
“Qui ognuno ha la sua ricetta, vi propongo la mia.
Per me la valorizzazione del territorio e la conseguente promozione turistica vengono perseguiti attraverso una azione coordinata capace di consolidare tutte le realtà presenti nel paese per salvaguardare e promuovere il senso di appartenenza che è alla base di tutto perché permette ai cittadini di conoscere, apprezzare e rispettare e diffondere gli aspetti naturalistici, storici e culturali del luogo in cui nascono e vivono.
In sostanza i primi ad amare ed apprezzare Pulsano devono essere proprio i Pulsanesi.
Quale migliore pubblicità per un territorio quella fatta dei propri concittadini, di una comunità consapevole che il turismo è una risorsa economica, oltre a fonte di lavoro.
Obiettivo di questa azione è quello di favorire l’accoglienza del turista, gestita seppur in collaborazione con le tante agenzie, associazioni e singole persone che da sempre mettono a disposizione della collettività il loro bagaglio di competenze, conoscenze e grande passione per la terra che abitano.
Fatta questa opportuna premessa per pensare al turismo bisogna produrre idee buone diverse per ogni regione, stagione e per ogni località.
Questo perché dalle nostre parti siamo ormai abituati che il turismo è una risorsa esclusiva dell’estate, ma non è così.
Il turismo? Non solo in estate
Infatti, anche gli altri periodi dell’anno sono utili per attrarre il turista del nuovo millennio, desideroso di conoscere posti nuovi e di vivere continuamente nuove esperienze.
Ed ecco che anche un triste autunno può trasformarsi in un coloratissimo viaggio nei sapori, o una tiepida primavera possono invogliare il viaggiatore verso itinerari nuovi in borghi rurali sconosciuti ma ricchi di fascino , come il nostro, anche grazie anche alle loro tradizioni, custodite gelosamente nei secoli”.
I quesiti del Consigliere Di Lena
“Viene allora da chiedersi : Pulsano è pronta ad accogliere i turisti ?
Ma – si badi bene – non solo in relazione ad un ambito localistico, ma individualmente, culturalmente parlando… O anche noi deleghiamo gli altri in un modo di fare che si applica alla perfezione anche in altri contesti del Meridione e in altre realtà italiane.
La verità spesso è che fuori dalla nostra porta nulla ci riguarda, perché sono gli altri… che devono provvedere visto che noi paghiamo le tasse. Per certi aspetti è giusto, ma non è proprio così.
Perché il turismo passa anche per le nostre mani, per i nostri balconi fioriti, per le strade sotto le nostre case tenute in ordine e ramazzate davanti all’uscio.
Perché la nostra casa non è solo in quelle quattro mura, la nostra casa è tutta Pulsano.
I grandi flussi turistici di città come Matera in Basilicata offrono spunti di riflessione su questo in una realtà del Turismo che consente oggi di dormire sonni tranquilli.
Ma chi ha fatto ciò, chi ha restaurato i sassi?
I suoi concittadini, già proprio loro.
Forse saremmo capaci di fare molto meglio applicando logiche manageriali e di respiro internazionale ai nostri progetti.
Ma non basterebbe.
L’apporto della gente è fondamentale così come una mentalità aperta e moderna.
E’ ora di comprendere meglio che non esiste solo il turismo balneare o quello della stagione estiva.
E se Pulsano vuole fare turismo deve avere una offerta completa per tutto l’anno.
Certo, mi rendo conto che tutto questo non si raggiunge dall’oggi al domani.
Occorre lavorare sodo e nel tempo su determinati obiettivi.
Ma è da qui che bisogna partire, e al tempo stesso affidarsi a veri professionisti del settore che studiano le nuove tendenze.
Perché nel turismo nulla si inventa e dietro certe mete di successo ci sono studi di comunicazione, di marketing strategico e operativo, di analisi e impiego dei social network, di politiche tariffarie che rispondano alle logiche di mercato.
Questo per inventare idee capace di saper creare una proposta allettante sotto ogni punto di vista, in grado di stimolare la domanda.
E’ ora di convincersi che il mercato di oggi è globale per lo sviluppo del web e la concorrenza è aumentata di pari passo.
Ma un sistema turistico efficiente non può prescindere da un gioco di squadra in cui anche i cittadini hanno un ruolo”.
I consigli di Angelo Di Lena
“Puntare sulla valorizzazione dell’immagine del nostro paese e promuovere il nostro prodotto e le attrattive del territorio, anche in raccordo con gli eventi è importante per la riuscita del progetto.
Un progetto nel quale è fondamentale la collaborazione tra pubblico e privato.
Certo, ad ognuno il suo: l’albergatore e il ristoratore devono offrire servizi e prodotti di qualità; le istituzioni territoriali fornire e mettere in campo servizi efficienti e accoglienti, sforzandosi per rendere appetibile una località anche attraverso campagne promozionali e di comunicazione.
Il tutto per raggiungere uno scopo comune: attirare i turisti offrendo loro ciò che cercano e, come logica conseguenza, far crescere l’economia locale”.
Valorizzare le tradizioni, promuovere l’ambiente e le attività all’aperto, soprattutto in questo momento storico , possono essere dei buoni punti di partenza per fare turismo, ovunque, anche nelle località meno pubblicizzate.
Ma per ottenere risultati, per essere vincenti in Italia e,soprattutto, in un contesto internazionale, bisogna essere uniti, cittadini ed istituzioni e cambiare mentalità, cominciando a ragionare come comunità.
Per questa ragione nello scorso consiglio comunale sono fiero di aver votato favorevolmente il regolamento della Consulta del turismo e del commercio, formata da cittadini che, tramite il mondo dell’associazionismo di cui fanno parte, saranno parte attiva .
Questa consulta , inoltre , avrà compiti propositivi e consultivi nei riguardi dell’amministrazione su temi riguardanti il commercio, il turismo , e perseguirà l’obiettivo di coinvolgere le associazioni nelle scelte da portare avanti”.
Pubblicato in Il mio Blog
La vittima, Christian Ventruti, che avrebbe compiuto 30 anni l’11 maggio prossimo, era in sella a una moto che si è scontrata per cause in corso di accertamento con una Citroen C4 Picasso.
Di seguito le dichiarazioni del Consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena:
“Una preziosa vita si è spezzata prematuramente.
Il mio primo pensiero è andato a Christian, ai suoi sogni, alla sua giovinezza, alla sua vita ancora tutta da percorrere e alla sua famiglia, ai suoi amici e a quanti dovranno sopravvivere a questa tragedia. Ogni qualvolta ci sia un incidente mortale su strada, prima ancora di conoscerne le reali cause, è comunque d'obbligo interrogarsi su cosa il Comune faccia per garantire ai cittadini tutta la sicurezza stradale necessaria a prevenire il più possibile tragedie come quella che si è consumata domenica scorsa.
Restano sempre da accertare le cause, ma c’è da rimarcare che, nonostante gli appelli al Prefetto e le interrogazioni fatte in questi ultimi 8 anni dal sottoscritto in solitaria , la sicurezza stradale a Pulsano rappresenta un problema attuale e irrisolto.
Soprattutto per lo stato in cui si trova via Canne .
Basta percorrere quel tratto di strada per scorgere una segnaletica orizzontale consumata e quasi invisibile, un asfalto distrutto che non garantisce la sicurezza stradale, soprattutto per i motociclisti . Oltre alla fatalità, ad eventuali errori umani, i fattori che rendono insicure le nostre strade sono anche l’illuminazione insufficiente in alcuni tratti e la mancata predisposizione di sensori ed altri sistemi anche fisici ed innovativi che potrebbero evitare i diversi incidenti .
A causa dell’ennesimo recente incidente in via Canne , è mia intenzione nelle prossime ore , depositare una interrogazione stante la mancata attuazione di quanto già richiesto durante gli ultimi consigli comunali , dove purtroppo , si è preferito investire per asfaltare altri tratti stradali poco prioritari.
Per tali ragioni, interrogherò il Sindaco e l’Assessore competente per conoscere quali misure intendano adottare per risolvere le problematiche in epigrafe indicate;
se sia possibile pianificare l’installazione di dispositivi attivi e passivi e segnaletica innovativa atta a garantire la salvaguardia di pedoni , motociclisti e automobilisti”.
Pubblicato in Il mio Blog
"Ho apprezzato l’invito del Sindaco rivolto all’intera opposizione non tanto come consigliere comunale e Presidente della 4^ commissione cultura , ma soprattutto da ex caporal Maggiore della brigata Alpina Iulia , perché sin dai primi mesi di addestramento sia i superiori , che gli aderenti all’A.N.A. ( associazione Nazionale Alpini ) mi hanno
trasmesso con forza i valori che da sempre ispirano l’azione degli alpini .
A cominciare da quelli di amore per la libertà, la pace, la solidarietà e la fratellanza, cementati in oltre un secolo di vicende umane costellate spesso di dolore, ma, altrettanto spesso, ricche di esempi di valore, coraggio e amore per gli altri.
Dobbiamo apprendere dalla lezione di chi lotto’ contro la repressione e i soprusi per fare si che quella lezione torni a inverarsi ogni qualvolta prendano di nuovo forma repressione e soprusi .
Come mi hanno insegnato figure luminose degli alpini, che numerosi hanno preso parte sulle nostre montagne alla lotta di liberazione dall’oppressione nazi-fascista.
Per questo, in un 25 Aprile che cade in un momento ancora difficile per il Paese, sento il dovere di stringermi attorno a questi valori, ponendomi con il consueto spirito al servizio della mia comunità ed invitando la cittadinanza a prendere esempio dai nostri caduti, stando in prima linea a combattere contro il nuovo potere , che non è più quello nazifascista , ma quello nichilista relativista e permissivo della civiltà dei consumi e oggi dello Stato terapeutico globalista , appoggiato paradossalmente proprio da coloro che cantano a squarciagola “ Bella ciao” e con in mano i papaveri rossi , che in nome della sanità vi toglie le più banali libertà ".
Pubblicato in Il mio Blog
“Sono profondamente indignato e al contempo preoccupato per come si sta trattando il turismo”. Angelo Di Lena , Consigliere dell’Unione dei comuni della fascia orientale della Provincia di Taranto e Presidente della 4^ commissione consiliare Turismo del Comune di Pulsano interviene in merito al nuovo “decreto Covid-19” valido fino al 31 luglio e che prevede ancora tutta una serie di restrizioni, compresa quella del coprifuoco alle 22 .
“A parole tutti, nel Governo, continuano a dire che il turismo è uno dei più importanti comparti dell’economia del nostro Paese, ma nei fatti dimostra che non sa fare turismo.
Le notizie sparate in prima serata sui tg, evidenziano solo messaggi di ristrettezze e limitazioni fino al 31 luglio.
Questo sarà l’unico messaggio che rimarrà impresso nella memoria di quanti stanno decidendo dove andare in vacanza. Spagna, Grecia ed altre località internazionali, ringraziano.
Ed anche la notizia delle ultime ore sulle tre tipologie di green pass creerà ulteriore confusione tra la gente, gli stessi imprenditori e, soprattutto, ai potenziali turisti”.
Oggi più che mai abbiamo bisogno di certezze e di una corretta e precisa informazione.
Questa babele di notizie rischia di farci fare una estate peggiore di quella dello scorso anno”.
Pubblicato in Il mio Blog