Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Ti invitiamo a leggere la Cookie Policy

LA POLITICA CHE ASCOLTA
Per realizzare quello che i cittadini vogliono

    

 IL MIO BLOG PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE

News dell'attività comunale 

dilena angelo

Articoli filtrati per data: Luglio 2020
La notizia è di quelle che fanno eco se non altro per la notorietà del personaggio politico molto conosciuto nella provincia jonica.
Il combattivo
Angelo Di Lena
ha deciso di candidarsi a supporto del Presidente
Ivan Scalfarotto
.
Ne parliamo con lui, sempre molto sereno.
“Confesso che le richieste per una mia candidatura sono giunte da molte parti, destra e sinistra e non solo, ma alla fine ho scelto di candidarmi per la lista del presidente Scalfarotto dopo aver letto tutti i programmi. Occorre dare una svolta alla politica pugliese e realizzare un cambiamento vero.
Emiliano e Fitto sono entrambi minestre riscaldate, un passato che si ripropone sempre uguale a se stesso, con i soliti programmi, la solita fotografia alla quale siamo abituati.
Occorre dare un senso concreto alla diversita’ e creare i presupposti di una Puglia che si apra al mondo, che rifugga dalla retorica assistenzialista del Mezzogiorno e attragga turisti, lavoro, affari.
Ivan Scalfarotto, candidato presidente della regione Puglia per Italia viva, Azione e + Europa, realizza questo presentando solo tre liste di supporto a differenza degli altri candidati supportati da una accozzaglia di candidati.
Il pensiero del Presidente condensato in una sintesi perfetta:
“Stavolta lo sviluppo”, “stavolta i giovani”, “Stavolta la competenza” “Stavolta Scalfarotto”.
Abbiamo visto il disastro creato dalla incompetenza dei cinque stelle, le loro false promesse, la loro incapacità a gestire la cosa pubblica, abbiamo visto le promesse non mantenute dal governo Emiliano e da Fitto prima di lui.
Cosa aspettarsi da tutti questi candidati.
Nulla di nuovo.
Ecco perché cambiare e dare un senso alla speranza, alla partecipazione, alla politica. Con Scalfarotto ci sono solo tre liste contro i 550 candidati in 14 liste, che spaziano dai neoborbonici alla falce e martello del presidente Emiliano o le sette liste di Fitto supportate dalle destre.
Tanti nomi e volti, che spariranno il giorno dopo, laddove servono pochi uomini del sud, capaci, per costruire una comunità”.
Pubblicato in Il mio Blog
Nella mattinata di ieri con ordinanza sindacale n.66 del 20 Luglio 2020 , e non con atti dirigenziali , violando quindi le norme del tuel e del codice stradale sono stati approntati tutti gli atti per la modifica della sosta su Via Costantinopoli entrando da San Giorgio Jonico.
Nello specifico è stato disposto il divieto di sosta dalle ore 06 alle ore 20 sul lato destro di Via Costantinopoli entrando da San Giorgio Jonico, confermando il divieto di fermata dal lato sinistro.
Con questa modifica il comune vorrebbe agevolare il traffico in ingresso ed in uscita su quel tratto, considerato che quel tratto è, in quelle ore, transitato da mezzi pesanti e da autobus.
Ne parla il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena che da diversi anni propone soluzioni al problema solo ora oggetto di studio da parte della amministrazione:
"il comune si rende conto del problema da me sottoposto solo ora, in periodo elettorale adottando una soluzione provvisoria e frettolosa per risolvere il problema del traffico soprattutto dei mezzi pesanti.
che mi fu approvata dalla maggioranza⬇️
per rimpicciolire marciapiedi .
Nel 2018 sollecitai con interpellanza
un nuovo intervento.
Ora a distanza di 3 anni stiamo ancora a zero e non solo il comune non ha mantenuto la promessa di rimpicciolire i marciapiedi, ma ora hanno tolto anche i parcheggi per le auto. Cosa dire.
È evidente l’incapacità del comune di risolvere il problema adottando un soluzione tampone. Tutto questo prima delle elezioni... Prestate attenzione gente.
Pubblicato in Il mio Blog
La situazione economica finanziaria del comune di Pulsano preoccupa il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena che ha espresso pesanti considerazioni in proposito:
"I Documenti pubblicati in questi ultimi giorni non lasciano dubbi.
Ci troviamo di fronte ad una situazione economico finanziaria disastrosa. L’Amministrazione Lupoli conferma la sua totale incapacità di amministrare il paese e sta portando Pulsano verso il tracollo finanziario con una situazione di irreversibile indebitamento.
La situazione debitoria è di tale gravita, che ha costretto l’ente a ridurre progressivamente i servizi per i cittadini, costringendo l’Amministrazione Lupoli nel 2018 a chiedere il pre-dissesto con più di 6 milioni di euro di fatture non pagate al 31/12/2019.
Il Sindaco Lupoli farebbe bene a dimettersi invece di continuare a fare danni.
L'ennesima anticipazione di liquidità, malgrado il parere contrario del Revisore dei Conti, peserà ulteriormente sulle casse comunali, già indebitate pesantemente per i prossimi 20 anni.
Ovviamente saranno i cittadini a pagare le rate di queste scellerate anticipazioni.
Debiti che si aggiungono a debiti per un comune che versa già 440mila euro annui per le anticipazioni ottenute negli anni 2013 e 2015 a cui si erano aggiunti altri 228mila euro annui più interessi fino al 2036 necessari a ripianare il fondo ricevuto con la richiesta di pre-dissesto.
Ed ora Lupoli e la sua giunta scarica sulle casse comunali altri 300.000 euro annui da pagare in 28 anni.
Un disastro per il futuro del nostro paese che non prospetta niente di buono per il futuro per i nostri concittadini più giovani con aliquote dei tributi prevedibilmente al massimo per oltre 30 anni.
Vergogna. Questa è l’unica parola che mi viene in mente di dire”.
 
Pubblicato in Il mio Blog