Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Ti invitiamo a leggere la Cookie Policy

LA POLITICA CHE ASCOLTA
Per realizzare quello che i cittadini vogliono

    

 IL MIO BLOG PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE

News dell'attività comunale 

dilena angelo

Articoli filtrati per data: Aprile 2020

Con una missiva inoltrata al Sindaco di Pulsano il consigliere comunale Angelo Di Lena , dopo aver chiesto con apposita proposta giovedì 23 Aprile al Sindaco ,durante il consiglio comunale , la sospensione del pagamento delle tasse e l’adozione di misure a sostegno delle attività produttive ,pretende maggiori certezze considerato che solo i colleghi della minoranza hanno votato favorevolmente.
Ecco la sintesi della sua proposta :
“La maggioranza dei pulsanesi sta rispettando tutte le misure urgenti e restrittive adottate dal Governo per contenere l’epidemia Coronavirus ed evitare il diffondersi del contagio.
Tutto ciò ha portato come conseguenza inevitabile una grave crisi economica.
Devo constatare con tristezza che tanti commercianti ed imprenditori sono in grande difficoltà, e tanti titolari di piccoli negozi costretti alla chiusura.
Non ci sono ad oggi certezze di riaprire in condizioni di sicurezza ed efficienza tali da poter far fronte al pagamento di mutui o al pagamento di un finanziamento per l' impresa. Premesso quanto sopra ribadito in aula , rivolgo nuovamente un appello all’amministrazione comunale, ed in primis al Sindaco ed all’intera Giunta – scrive Di Lena– per chiedere alla maggioranza di redigere in tempi brevi con il coinvolgimento della
commissione consiliare Finanze ,Tributi e Bilancio un emendamento - atto di indirizzo - propedeutico al bilancio di previsione finanziario 2020-2022 di sospensione del pagamento dei tributi, differimento del termine di pagamento delle scadenze fissate da norme regolamentari dell’ente, relativamente al pagamento dei tributi locali, nonchè quelle relative a rateizzazioni, versamenti spontanei, avvisi bonari di pagamento, adempimenti tributari, ruoli TARI per l’anno 2020, con valutazione di ulteriori misure di sostegno per ridurre la situazione di disagio dei nostri cittadini”.

Angelo Di Lena , Consigliere comunale , Vice Presidente della 2^ Commissione consiliare “Finanze -Tributi e Bilancio”del Comune di Pulsano .

Pubblicato in Il mio Blog

In un momento come questo il Comune di Pulsano si trova a raschiare il barile alla ricerca di denaro e il Sindaco vuole più fondi dal presidente Conte.
Non è d'accordo il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena che esprime il suo dissenso.
"Ci troviamo a parlare di queste cose perché l'’amministrazione comunale di Pulsano, in questi anni, anziché risolvere i problemi della quotidianità dei cittadini ha speso soldi in modo scriteriato ed ora si trova in difficoltà nel reperire denaro.
A tal proposito voglio ricordare i 13 mila € circa spesi per inviare accertamenti imu che poi si sono rivelati immotivati perché le cartelle erano state per la maggior parte pagate.
Non condivido pertanto il comportamento del Sindaco che per mascherare sue lacune amministrative e sprechi della sua giunta continua a scaricare colpe su Conte chiedendo ulteriori soldi.
Non c è tempo per chiedere denaro, occorre trovarlo subito.
Se un padre di famiglia non arriva a fine mese si sacrifica lui per far mangiare la sua famiglia. Quindi Sindaco faccia uno sforzo per la comunità visto che è il primo cittadino ( Padre di famiglia ) e si dimezzi lo stipendio come hanno fatto gli amministratori di altri paesi ".

Pubblicato in Il mio Blog

Le inefficienze del servizio dei rifiuti e delle buche in paese, denunciate più volte dai cittadini, non trova soluzioni .
Il Consigliere di Pulsano Angelo Di Lena sta evidenziato da mesi le carenze del servizio raccolta e delle buche denunciandone inefficienze e problematiche.
“In questi mesi, su istanza dei cittadini di Pulsano, non ho fatto altro che sollecitare la risoluzione definitiva delle problematiche del servizio di raccolta del servizio spazzatura e delle buche chiedendo all’amministrazione e agli assessori competenti un intervento serio.
Ma la situazione non è migliorata e in data odierna ho ricevute le ennesime denunce di residenti di via Via Monti , terza traversa(via di Pietraficcata) che pur comprendo il momento difficile che si sta vivendo non riescono più a vivere in strade dissestate , poco illuminate e con cassonetti spaccati e senza pedaliera per l’apertura da un anno .
Per tali ragioni invierò una interrogazione al Sindaco e all’Assessore al ramo con la speranza di risolvere queste carenze di servizi primari”.

Pubblicato in Il mio Blog

Il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena esprime tutto il suo disappunto per il comportamento dell amministrazione Lupoli per la donazione di 800 uova di Pasqua ai bambini delle scuole inferiori.
È ne spiega i motivi:
“da quando è partita la crisi del coronavirus ho sempre sostenuto che bisognava andare incontro alla cittadinanza pulsanese, senza discriminazioni, facendo presente la necessità che l amministrazione comunale di Pulsano si decurtasse gli stipendi per incrementare il buono pasto da 30 a 50 euro.
Il sindaco, che non riunisce più il consiglio comunale di Pulsano ormai da tempo, non ha proprio considerato la mia proposta ed ora per tamponare alla situazione di inerzia ha deciso di finanziare insieme agli amministratori della maggioranza una iniziativa che prevede la donazione di 800 uova di Pasqua ai bambini delle scuole per l’infanzia.
Mi dispiace ma così non va.
Credo che il primo cittadino non si è reso conto del clima di disagio sociale ed economico che vive il paese.
Il problema non si risolve con l’uovo di Pasqua ad alcune famiglie.
La gente ha fame e ha bisogno dei beni di prima necessità, oltre che denaro per pagare bollette e altre pendenze economiche. Disapprovo questa iniziativa che ha secondo me un mero scopo propagandistico.
Sono tantissime le famiglie che mi scrivono dicendomi che non ce la fanno col sussidio. Tanti quelli che si aspettano ancora risposte, troppi quelli che non riceveranno uova di Pasqua perché non hanno bambini piccoli o che nonostante frequentino la scuola dell’infanzia o la scuola primaria sono stati dimenticati .
E a questa gente che diciamo?
Mi dispiace, auguri !
Il comune non agisce con equità e dimentica questi cittadini.
Mi dispiace sig. Sindaco ma agendo così hai sbagliato".

Pubblicato in Il mio Blog

Chi riscuote la pensione in contanti presso gli Uffici Postali, a partire dai 75 anni di età, potrà delegare al ritiro i Carabinieri che la consegneranno a domicilio al titolare.
È questa l’iniziativa messa in campo da poste e carabinieri.
Ne parla il consigliere Angelo Di Lena.
"un servizio per la collettività reso dai carabinieri come sempre grandi e generosi nelle iniziative.
A loro va il nostro grazie.
In questo momento occorre tutelare le fasce più deboli e più esposte al coronavirus, soprattutto gli anziani.
Questo servizio è mirato proprio a questo.
Mi auguro che ne venga data ampia notizia dai media.
Per informazioni esiste il Numero Verde 800 55 66 70 dedicato a cui i cittadini possono chiamare. Restiamo a casa".

Pubblicato in Il mio Blog

Il Comune di Pulsano ha iniziato in questi giorni la distribuzione dei pacchi degli alimenti ai cittadini.
In merito è intervenuto il consigliere comunale Angelo Di Lena che ha fatto presente alcune problematiche:
"La consegna dei pacco-viveri a un numeroso gruppo di cittadini va rivisto nelle modalità. Anzitutto ho potuto constatare la presenza di un vero e proprio assembramento nei luoghi di consegna.
Questo non va bene e deve essere assolutamente evitato.
Per questo motivo ho chiesto di provvedere con modalità diverse o attraverso la chiamata a gruppi o meglio con la consegna a casa. Vedere tutte queste persone indigenti ammassate fuori ad aspettare è penoso oltre che viola la privacy di quei cittadini che non hanno risorse.
Bisogna intervenire e organizzare meglio la distribuzione tutelando la dignità e la salute di queste persone oltre a rendicontare i pacchi degli alimenti con criteri trasparenti .
Infine è opportuno istituire un apposito modulo per autocertificare le posizioni economiche dei cittadini onde evitare l’invasione dei furbetti” .

Pubblicato in Il mio Blog

Con una missiva al Sindaco il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena ha chiesto che il comune di Pulsano possa fare una variazione di bilancio per una autorizzazione ad utilizzare come prevede la legge il 50% dei proventi delle sanzioni amministrative degli autovelox per i buoni pasto.
Questa la sua opinione:
"Ora che la gente muore di fame e che ci troviamo in una situazione di emergenza nazionale occorre destinare quanto più risorse per la cittadinanza.
Premesso che i proventi delle sanzioni amministrative del comune di Pulsano provengono in gran parte dagli autovelox e che questi soldi devono essere per legge destinati al 50% a strade, segnaletica, assunzioni vigili stagionali ( e non microcamere) e altre opzioni,credo che vista l’emergenza nazionale il Sindaco si debba attivare per chiedere una variazione di bilancio per il possibile utilizzo della restante parte di questi fondi.
Di fronte alle necessità primarie della popolazione bisogna trovare ogni possibile soluzione che risolva l’emergenza, e non utilizzare ciò che rimanente per coprire buchi di bilancio ."

Pubblicato in Il mio Blog

Un bilancio da far tremare i polsi anche ai più forti per i numeri dei morti fra quelli che possiamo considerare senza sbagliare degli eroi.
77 medici morti e 10 mila contagiati fra il personale sanitario sono una cifra impressionante.
Il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena non ha paura di dire quello che pensa in proposito e non risparmia critiche:
" la politica deve chiedere scusa alla sanità e ai cittadini.
Se siamo arrivati a questo è tutta colpa dei tagli continui al sistema sanitario nazionale.
La politica ha distrutto in questi anni la sanità e si è aumentata gli stipendi.
Tutti sanno quanto percepiscono i parlamentari, onorevoli e senatori.
È una vergogna.
Non posso non pensare alle famiglie di questi medici morti per salvare tante vite umane che non sono stati dotati all inizio delle adeguate protezioni.
A queste famiglie bisogna riconoscere una pensione di guerra perché questa è una guerra.
Si provveda subito.
Fuori la politica dalla sanità e si torni alle mutue.
Lo abbiamo visto tutti lo scempio dovuto ai tagli di questi anni.
Ne hanno parlato tutti i giornali e le televisioni. Invece di spendere in stipendi, auto blu e armi bisognava potenziare il servizio sanitario nazionale.
Con un solo aereo militare di meno avremmo potuto comprare 1000 respiratori e salvare molte vita umane.
Comprendo la rabbia dei cittadini.
La politica deve darsi una regolata e potenziare la sanità soprattutto al sud.
La vita umana è un valore primaria.
Sono stati fatti fatti troppi errori.
È tempo di rimediare”.

Pubblicato in Il mio Blog

Il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena ha le idee chiare e ha già fatto i suoi conti e ci spiega nel dettaglio la sua proposta dopo aver preso informazioni sul costo dei tamponi
"per ogni test si spende un media 30 euro.
Non una cifra impossibile vista la difficolta nel reperimento dei kit diagnostici per analisi su tamponi (contingentati inspiegabilmente dai vertici della sanità nazionale).
Credo che la politica a Pulsano debba dare il suo contributo ed il Sindaco responsabile della sanità si debba attivare in prima persona. Per questo ho chiesto a tutti i componenti della Giunta comunale e al Presidente del Consiglio di dimezzarsi lo stipendio per investire i soldi ricavati in test da fare agli impiegati comunali, ai vigili, ai volontari, ai commercianti, ai dipendenti delle poste. Insomma a tutti quelli che svolgono lavori che li mettono in contatto con il pubblico in paese. Un modo per tutelare la cittadinanza, un segnale.
La politica non può stare a guardare. Purtroppo in questo momento noi della opposizione non possiamo esprimere le nostre opinioni se non sui social perché il Sindaco non convoca il consiglio comunale.
È triste dirlo ma la democrazia non funziona così.
Noi consiglieri comunali di opposizione vorremmo dare un contributo ed esprimere le nostre opinioni ma non ci è consentito nelle sedi ad esse deputate finché non si riunirà il consiglio comunale”.

Pubblicato in Il mio Blog

Il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena è letteralmente infuriato e non risparmia critiche su questo.
"Viviamo una situazione drammatica, la gente sta letteralmente morendo di fame.
Sono stati stanziati 94 mila euro dallo stato e siamo ancora a zero nella distribuzione del denaro, laddove in altri comuni compreso Taranto hanno già approntato tutto.
Così non va.
Ma v è di più.
Il comune di Pulsano ha speso 30 mila euro circa per installare 20 telecamere per 4 mesi. Una vergogna infinita.
Quei soldi potevano essere spesi per le strade o investiti in buoni pasto ora che la gente muore di fame.
Si è vero sono infuriato, la gente viene da me a chiedere informazioni su quando avranno gli aiuti e non abbiamo indicazioni precise perché il consiglio comunale non si riunisce più, e ormai fa tutto il Sindaco a Pulsano. È un brutto momento per il nostro paese”.

Pubblicato in Il mio Blog