Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Ti invitiamo a leggere la Cookie Policy

LA POLITICA CHE ASCOLTA
Per realizzare quello che i cittadini vogliono

    

 IL MIO BLOG PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE

News dell'attività comunale 

dilena angelo

Articoli filtrati per data: Marzo 2020

Il governo centrale ha dato una risposta rapida e immediata a chi ne ha più bisogno, a partire da chi non riesce più a fare la spesa dotando i comuni di fondi.
Ne parla il consigliere Angelo Di Lena:

"Un intervento tampone che risolve solo momentaneamente la crisi che si sta creando. Ma occorre fare di più.
Serviranno nuovi interventi da inserire nel prossimo decreto di aprile per mitigare i danni economici del Coronavirus.
Il governo ha anticipato, via Dpcm, 4,3 miliardi del Fondo di solidarietà ai Comuni, con le casse in difficoltà e fra questi a Pulsano quand’anche il sindaco ad oggi non ha chiarito gli importi destinati al paese.
E ha stanziato in aggiunta, con ordinanza della Protezione civile, 400 milioni subito «per buoni spesa ed erogazioni di generi alimentari.
Troppo poco tuttavia.
Sappiamo che tanta gente sta soffrendo e nessuno deve essere lasciato da solo ora. Questa prima misura interessa una platea molto limitata.
Bisogna lavorare per «allargare» la platea dei beneficiari del bonus da 600 euro oggi dedicato ad autonomi, collaboratori, partite Iva e stagionali, anche a chi «non ha fonti di reddito».
Serve un reddito per combattere l’emergenza ed sicuramente pianificare sin da ora una riforma fiscale che tenga conto delle difficoltà della ripresa”.

Pubblicato in Il mio Blog

L'emergenza da Coronavirus è una questione #seria, le difficoltà economiche e sociali che reca con sé sono e saranno profonde.
Occorrerà intervenire, a tutti i livelli, per stare vicino alle famiglie, ai lavoratori, alle attività locali, ai cittadini più fragili, fornirgli il supporto possibile.
Per farlo è necessaria assoluta #serietà e senso di #responsabilità, ma soprattutto occorre coesione e #partecipazione democratica.
Per non escludere nessuno, è indispensabile che partecipino tutti, è indispensabile il confronto democratico anche e soprattutto all'interno delle istituzioni, è Indispensabile agire con trasparenza, ascoltare le proposte, discuterne nelle sedi opportune e dare #risposte efficaci per #sostenere i molti in #difficoltà. Non bastano i social, servono atti concreti e validi.
Dopo aver Già dato la nostra piena disponibilità a collaborare nella gestione dell'emergenza senza ricevere risposta e aver avanzato proposte analogamente senza risposta, con tutti i consiglieri comunali di opposizione del comune di Pulsano, abbiamo chiesto al Sindaco e al Presidente del Consiglio di ripristinare l'attività del consiglio comunale e delle commissioni consiliari, con modalità congrue alle misure di prevenzione del contagio, e istituire un tavolo #settimanale con rappresentanti di maggioranza e opposizione per #affrontare l' #emergenza e le sue "complicanze" attraverso provvedimenti condivisi che possano fornire #soluzioni ai cittadini in un momento particolarmente difficile.

 
Pubblicato in Il mio Blog

I cittadini non sono potenziali delinquenti.
Lei caro Sindaco continua a dire che non capiscono e continuano a muoversi indisturbati , crea disorientamento e frustrazione .
Non è così che si possono coprire errori o far scomparire sottovalutazioni.
I cittadini , chi più chi meno ,stanno facendo la loro parte.
Attenzione ,non una parte marginale: la parte da protagonisti , purtroppo .
È delle vite della nostra comunità che parliamo, del loro lavoro, della loro salute ,del loro futuro.
Non abbiamo bisogno che i pulsanesi diventino sceriffi, come chiede sistematicamente ogni sera attraverso le sue dirette Facebook caro Sindaco .
Dove i cittadini possono segnalare assembramenti di persone “irregolari “e in contrasto con tutte le misure che sono state adottate dal governo per arginare la diffusione del COVID-19 .
Francamente, sindaco Lupoli, di tutto abbiamo bisogno in questo momento tranne che di trasformarci in spie del nostro vicino .
Il gioco di Sherlock Holmes ce lo risparmi ,per carità .
Anche perché siamo chiusi in casa obbedendo alle varie ordinanze che si susseguono come in un gioco della PlayStation ,dove raggiungi sempre il livello successivo .
Qui però non lo raggiungi perché sei stato bravo ,ma appare la scritta “non hai fatto abbastanza”.
In questo momento sembra ci sia sempre un livello successivo del gioco ,che ti porta ad uscire con il modulo dell’autocertificazione giusto ,da portare con sé in caso di controlli.
Perché tutto è cambiato in questo paese tranne la la burocrazia ,che ci costringe a dichiarare una parola, ma forse è meglio metterne un’altra ,e poi un’altra ancora.
E cambiano i moduli, quasi giornalmente.
Questo non è un gioco ,però.
Anche se nei primi giorni abbiamo cantato l’inno d’Italia, e ballato sui balconi ,e fatto ginnastica sui terrazzi .
Questo non è un gioco.
Noi abbiamo bisogno di sapere cosa c’è dietro l’angolo ,cosa ci aspetta quando l’emergenza sanitaria sarà finita.
Abbiamo bisogno di qualcuno di cui fidarci, che ci dica che c’è un piano alternativo,che le nostre imprese riapriranno,che riusciremo a pagare i nostri dipendenti, che saremo pagati dai nostri datori di lavoro.
Abbiamo bisogno di sapere che stiamo pensando al futuro,che stiamo pensando a quando usciremo di casa.
Allora,prendetevi delle responsabilità e stabilite un piano.
E comunicatecelo , visto che non volete coinvolgere le minoranze .
Insieme al bollettino di guerra serale ,che scandisce le nostre giornate.
Diteci anche come torneremo essere un paese normale .
Provateci almeno sindaco Lupoli .
Perché quando sullo schermo della PlayStation apparire la scritta Game over ,non sarà tutto finito.
Quel momento, forse ,sarà peggiore di questo.

Pubblicato in Il mio Blog

Dopo la formale richiesta al sindaco di convocare il consiglio comunale di Pulsano Angelo Di Lena ha chiesto al prefetto di Taranto di intervenire sulla questione della convocazione del consiglio comunale di Pulsano.
Ecco le sue motivazioni:
"La politica democratica a Pulsano, a differenza di quanto avviene negli altri paesi e nel capoluogo è solo un lontano ricordo.
Ogni decisione del paese in questo momento viene presa dal Sindaco e dalla maggioranza con la scusa della emergenza del coronavirus, senza il minimo coinvolgimento delle minoranze.
Tutto ciò è intollerabile e antidemocratico. Occorre un intervento rapido del Prefetto in questa situazione.
Come minoranza abbiamo il diritto di essere informati, ascoltati e di fornire le nostre opinioni su ogni decisione che riguarda la nostra comunità".

Pubblicato in Il mio Blog

Il consigliere comunale di Pulsano ANGELO DI LENA: "troppo poco, misura da rivedere ed incrementare ".

L’Assessore ai Servizi Sociali Marika Mandorino in questo periodo di emergenza covid ha presentato alla cittadinanza la delibera con cui il comune ha disposto un sostegno materiale per soggetti e famiglie in difficoltà.
Ne parla il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena , Presidente della 4^commissione servizi sociali:
"La misura di sostegno prevista dal comune di Pulsano prevede , grazie solo all’intervento di un privato, per 100 unità, individuate fra soggetti e famiglie attraverso una graduatoria stilata con presentazione di una domanda, l’erogazione di un sostegno economico per le necessità quotidiane di euro 30.00. Personalmente ritengo tale misura molto limitata ed inadeguata a risolvere i problemi di chi deve affrontare la difficile situazione di questi giorni.
Pulsano versa da anni in grande difficoltà economica.
Il paese è caratterizzato dalla presenza non soltanto di disoccupati e inoccupati, ma anche di lavoratori autonomi costretti a chiudere o ridurre la possibilità di guadagno.
100 unità sono davvero poche e la somma erogata non può definirsi aiuto.
Occorre fare di più.
Propongo dunque alla giunta comunale di Pulsano per il periodo che stiamo attraversando di dimezzarsi l’indennità.
Facendo un calcolo dividendo del 50% l’ Indennita’ , solo di questo mese, dei 5 assessori, più il presidente del consiglio comunale e Sindaco riuscireste a racimolare €4.250,00.
Mi chiedo perché non incrementare il bonus con questi soldi portando da 30 euro almeno a 50 euro il sostegno a queste famiglie bisognose? "

Pubblicato in Il mio Blog

Con una missiva al Prefetto di Taranto il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena ha chiesto maggiore sorveglianza nelle zone di villeggiatura.
E lui stesso a spiegare i motivi:
" in questi giorni in cui il decreto ha impedito gli spostamenti fuori dal comune di residenza per altri scopi oltre quelli di necessità e lavoro si stanno verificando molti furti nelle ville sulla litoranea.
I ladri stanno approfittando delle limitazioni di movimento dei cittadini per agire indisturbati. Occorre maggiore controllo del territorio per scongiurare il ripetersi di questi episodi delittuosi.
Mi rendo conto delle difficoltà che le forze dell’ordine stanno affrontando e degli sforzi che stanno facendo per far rispettare il decreto del presidente del consiglio, ma l’attività di prevenzione di questi reati non può passare in secondo piano".

Pubblicato in Il mio Blog

Con una apposita istanza il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena ha chiesto al Sindaco Lupoli di adottare gli atti e le misure necessarie per favorire i cittadini di Pulsano e Leporano mediante accordi con il sindaco del paese vicino.
È lui stesso a spiegare il problema:
"Il decreto del presidente del consiglio dei ministri impedisce ai cittadini di spostarsi fuori dal proprio comune.
Ma sono tante le situazioni al limite e per queste va necessariamente trovata una soluzione.
Per esempio il Comune di Leporano non dispone di un distributore di benzina e di un gommista ed i leporanesi sono costretti a spostarsi in territorio di Pulsano con il rischio di essere multati.
Occorre mediante accordi risolvere questa situazione.
Penso anche ai proprietari di terreni che hanno bestiame o animali domestici che devono accudire.
In alcuni casi è indispensabile spostarsi da un comune all’altro.
Sono a conoscenza di accordi stipulati fra comuni vicini della provincia jonica .
Mi auguro che si proceda al più presto nello stesso modo".

Pubblicato in Il mio Blog

Il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena ha inviato una richiesta formale al Sindaco di Pulsano e al Presidente del Consiglio per la ripresa dei lavori dell’assise comunale di Pulsano e le rispettive commissioni con le opportune cautele o in via streaming.
È lui stesso a spiegarne i motivi :

"La ripresa dei lavori del consiglio comunale di Pulsano e le commissioni con le opportune cautele o in via streaming sono fondamentali per la gestione delle criticità.
Occorre portare avanti tante problematiche che sono rimaste in sospeso e che sono importanti per la vita del paese.
Siamo una comunità e come tale dobbiamo funzionare pensando anche al nostro futuro e al futuro delle nostre famiglie.
Nel dettaglio la mia richiesta parte perché ho appreso che domani la Giunta di Pulsano si riunirà per scegliere i criteri di distribuzione dei beni di prima necessità .
Come organo di vigilanza, quindi , sono impossibilitato a riunire la commissione servizi sociali per comprendere i criteri e i paletti che saranno adottati dalla giunta per la distribuzione dei viveri che hanno donato alcuni privati oltre che dei buoni spesa , perché il Sindaco ha pensato solo a emettere ordinanze e delibere di governo senza pensare minimamente a confrontarsi con le minoranze .
Altra questione che è stata sollevata in queste ore dalla maggioranza in maniera social e ovviamente senza confrontarsi con le minoranze è quella degli affitti:
Sono davvero sconcertato dal modus operandi dell’ Assessore ai servizi sociali , che in un momento di crisi come questo coglie l’occasione per creare false aspettative ai cittadini facendoli sperare in un bando 2019 con l’obiettivo di scaricare colpe alla regione, che non ha mai criticato in 7 anni, distorcendo la realtà come pochi altri, ma la pena più grande me la fanno coloro che ancora abboccano alle bugie di chi con l'inganno cerca di addescarli.
Senza illudervi e ristabilendo la realtà dei fatti è che ad ottobre 2019 la regione Puglia ha azzerato per sempre i contributi sugli affitti per l'anno 2017, circa il 30% del totale sostenuto dalle famiglie con ISEE basso, mettendo in pagamento, con estremo ritardo, la quota parte degli affitti per l'anno 2018.
Ma c'è di più, il rischio concreto è che, avendo lo Stato azzerato il fondo affitti che per la Puglia valeva 6 milioni l'anno e avendo la regione stessa esaurito il fondo autonomo, a partire dall'anno prossimo, c'è il rischio concreto che non venga più accordato ai comuni e quindi ai pugliesi nessuno contributo sulle locazioni residenziali”.

Pubblicato in Il mio Blog

Numerose chiamate sono giunte presso la segreteria del consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena in relazione al servizio di chiamata su cellulare dei vigili urbani, disposto dal sindaco dopo la chiusura degli uffici, da parte di cittadini che non sono riusciti a mettersi in contatto con gli stessi.
Per questi motivi il consigliere comunale Di Lena ha chiesto al sindaco Lupoli di potenziare il servizio di “ recall “che prevede ad oggi , come da ordinanza numero 8 dell’ 8 Marzo 2020 , 3 numeri di telefono di riferimento, ma purtroppo molto spesso nessuno di questi 3 risulta essere raggiungibile.
“La possibilità di chiamare gli uffici del comando purtroppo oggi è limitata nonostante siano messi a disposizione della cittadinanza 3 numeri di telefono .
Troppo grave la situazione .
Lunedì 23 Marzo 2020 c’è stato l’exploit ed infatti ho ricevuto da parte di molti cittadini decine e decine di lamentele per l’ inefficenza del servizio.
Occorre potenziare dunque il servizio “recall” per garantire una copertura di tutto il territorio.
Mi auguro che l’assessorato si dia da fare.
La presenza dei vigili è indispensabile per garantire sicurezza al territorio".

Pubblicato in Il mio Blog

Taranto sta per gestire il Covid-19, e la sua emergenza ed occorre rendere efficace la sanità jonica.
Per questi motivi il consigliere Angelo Di Lena ha scritto al presidente Emiliano chiedendo interventi rapidi:

“L’apertura definitiva degli ospedali della provincia semi chiusi, come ad esempio il San Marco di Grottaglie è indispensabile ora più che mai.
L’evoluzione in Puglia del contagio del Coronavirus, ha confermato il raggiungimento del picco infezione per la fine marzo e l’ inizio di Aprile .
Occorre essere preparati al peggio con la realizzazione immediata di un piano operativo.
A mio parere si dovrebbero dirottare in provincia alcuni reparti per decongestionare il capoluogo.
Riaprire per esempio il san Marco in tutte le sue funzionalità attivando in maniera definitiva il Pronto soccorso, che oggi è un punto di primo intervento, potrebbe alleggerire il SS. Annunziata e il Moscati che possono fronteggiare al meglio l’emergenza Covid-19.
All'ospedale san marco, che non ha terapia intensiva, si potrebbero trasferire da Taranto pazienti fuori dall’iter del coronavirus considerato che sono operativi i reparti lungo degenza , medicina generale , fisiatria , geriatria, ambulatori radiologia , laboratorio analisi e cardiologia con un totale di circa 90 posti letto e cogliere l’occasione per riaprire i reparti di chirurgia e ortopedia .
Non sono l’unico a pensarla così in provincia. Tutte le forze politiche devono far sentire la voce della nostra provincia e chiedere ad Emiliano di fronteggiare subito l’emergenza. Non abbiamo molto tempo dobbiamo agire subito”!

Pubblicato in Il mio Blog
Pagina 1 di 3