Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Ti invitiamo a leggere la Cookie Policy

LA POLITICA CHE ASCOLTA
Per realizzare quello che i cittadini vogliono

    

 IL MIO BLOG PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE

News dell'attività comunale 

dilena angelo

Articoli filtrati per data: Dicembre 2020
Quello dei trasporti è diventato uno dei temi più spinosi in questa fase di pandemia perché c’è l’esigenza di rispondere alla richiesta di mobilità degli studenti per far muovere verso le scuole in estrema sicurezza.
Il numero di passeggeri sui mezzi pubblici a causa del virus, è stato ridotto per garantire il distanziamento e gli assembramenti.
E così è diminuita la capienza che doveva essere compensata con un numero sufficiente di autobus e pullman tale da poter accogliere sia i ragazzi che frequentano le scuole sia all’interno delle città sia pendolari.
Ma così non è stato e dall’inizio del prossimo anno i pulmann provenienti dalla provincia non potranno più entrare in città.
Ne parla il consigliere comunale di
Pulsano
Angelo Di Lena
che ha proposto una interpellanza al sindaco su questo problema :
“In terra ionica si sono prese decisioni che penalizzeranno i cittadini della provincia.
In vista del ritorno delle lezioni in presenza nelle scuole, previsto dal 7 gennaio con in aula almeno il 75% degli studenti il comune di Taranto ha previsto dei cambiamenti per il trasporto pubblico extraurbano.
Dal prossimo Gennaio i pullman della Ctp infatti non entreranno più a Taranto, ma lasceranno gli studenti provenienti dai vari paesi della provincia al porto mercantile ed al Parco Cimino , con i conseguenti seri rischi di assembramenti e altre problematiche che ho già segnalato nei giorni precedenti .
Da li poi i ragazzi dovranno raggiungere il loro Istituto scolastico con pulmann cittadini, ai cui possessori di abbonamento Ctp sarà applicato uno sconto di 4 euro mensile.
Tutto ciò è assurdo visto che a Taranto c’è un tavolo di coordinamento scuola - trasporti che non ha coinvolto le amministrazioni comunali della provincia ma solo il capoluogo.
Per risolvere tale problematica occorre il massimo coordinamento di tutti affinché i giovani possano riprendere, dopo il lungo periodo trascorso a casa in collegamento internet con i loro insegnanti, a fare didattica in classe.
Un obiettivo che dovrà coinvolgere attivamente tutte le parti in causa e soprattutto tutti i rappresentanti della Provincia di Taranto per far sentire anche la nostra voce.
Per questi motivi , oltre all’esposto fatto sabato 19 Dicembre sia al Prefetto di Taranto , sia all’Autorita’ regolazione Trasporti, ho proposto la mia interpellanza al Sindaco di Pulsano, per capire in maniera chiara ed inequivocabile , se è a conoscenza degli intendimenti del Comune di Taranto sulle scelte che saranno intraprese che di fatto impediranno l’accesso dei pullman provenienti da fuori Taranto in città e che arrecheranno serie problematiche agli studenti della provincia e come Pulsano intende reagire .
È ora di svegliarci e alzare la testa e la voce contro le ingiustizie”.
Pubblicato in Il mio Blog
IL CONSIGLIERE DI LENA SCRIVE AL PREFETTO DI TARANTO ED ALL’AUTOTITA’ DI REGOLAZIONE DEI TRASPORTI PER AVERE CHIAREZZA SULLE SCELTE CHE SARANNO INTRAPRESE DAL COMUNE DI TARANTO CHE DI FATTO IMPEDIRANNO L’ACCESSO DEI PULLMAN PROVENIENTI DA FUORI TARANTO IN CITTÀ E CHE ARRECHERANNO SERIE PROBLEMATICHE AGLI STUDENTI DELLA PROVINCIA .
Quello dei trasporti è uno dei temi più spinosi in questa fase di pandemia perché c’è non solo l’esigenza di rispondere alla richiesta di mobilità degli studenti, ma anche di poterli far muovere verso le scuole in estrema sicurezza.
Il numero di passeggeri sui mezzi pubblici e in concessione, a causa del virus, è stato infatti ridotto per garantire il distanziamento e gli assembramenti.
E la diminuita capienza deve essere compensata con un numero sufficiente di autobus e pullman tale da poter accogliere sia i ragazzi che frequentano le scuole sia all’interno delle città sia pendolari.
Ma in terra ionica avviene tutto l’esatto contrario perché In vista del ritorno delle lezioni in presenza nelle scuole, previsto dal 7 gennaio con in aula almeno il 75% degli studenti il comune di Taranto ha previsto dei cambiamenti per il trasporto pubblico extraurbano.
Dal prossimo Gennaio i pullman della Ctp infatti non entreranno più a Taranto, ma lasceranno gli studenti provenienti dai vari paesi della provincia al porto mercantile , con i conseguenti seri rischi di assembramenti e altre problematiche che ho già segnalato nei giorni precedenti .
Da li poi i ragazzi dovranno raggiungere il loro Istituto scolastico con pulmann cittadini, ai cui possessori di abbonamento Ctp sarà applicato uno sconto di 4 euro mensile.
Tutto ciò è assurdo visto che a Taranto c’è un tavolo di coordinamento scuola - trasporti che non ha coinvolto le amministrazioni comunali della provincia ma solo il capoluogo .
Per risolvere tale problematica quindi occorre il massimo coordinamento affinché i giovani possano riprendere, dopo il lungo periodo trascorso a casa in collegamento internet con i loro insegnanti, a fare didattica in classe.
Un obiettivo che dovrà coinvolgere attivamente tutte le parti in causa e non solo Comune di Taranto, i Presidenti delle aziende di trasporto pubblico locale, Amat ,CTP, i Direttori di Ferrovie Sud-Est e Sita Sud, il Dirigente dell’ufficio scolastico provinciale e i vertici provinciali delle Forze dell'ordine ma soprattutto tutti i rappresentanti della Provincia di Taranto .
Ognuno dovrà dare il contributo per raggiungere il traguardo rappresentato, come chiede il governo, dal ritorno sui banchi dopo la Dad, sempre con attenzione al rischio di contagio.
Pubblicato in Il mio Blog
Pulsano ( Ta ) –" In un momento così delicato in cui le istituzioni tutte provano a fronteggiare e risolvere i problemi a sostegno dei cittadini una parte della politica decide di non collaborare".
E’ la riflessione del consigliere di opposizione
Angelo Di Lena
, Presidente della 4^ commissione consiliare Servizi Sociali dopo aver appreso che i consiglieri di minoranza, nonostante i suoi reiterati inviti hanno presentato delle proposte nella commissione di lunedì 7 dicembre per stabilire i criteri della distribuzione dei Buoni pasto che di fatto appaiono come un semplice ostruzionismo.
"Non condivido il comportamento dei miei colleghi di opposizione mentre la gente fa fatica ad alimentarsi a causa di questa crisi economica.
Il rischio è che si rallenti l’assegnazione dei buoni pasto. Infatti si è deciso di aggiornare la riunione a giovedì 10 Dicembre alle ore 11,00 per decidere sui buoni in questione assegnati dal Governo per l’emergenza Covid-19. L’ammontare dei buoni per il Comune di Pulsano è di circa 94.000,00 .
Occorre lavorare alacremente e rapidamente a sostegno dei cittadini e snellire i tempi.
È questo il mio invito alla minoranza per aiutare il prima possibile i cittadini che in questo momento versano in condizioni di maggiore fragilità.
Il rischio è quello che la macchina amministrativa rallenti e, per questo, anche l’assegnazione dei buoni-pasto. Serve un comportamento responsabile, appianando le divergenze politiche almeno ora.
Ora più che mai abbiamo la responsabilità di pensare ai nostri cittadini che chiedono risposte immediate ad una crisi senza precedenti, che vogliono concretezza e non inutili parole al vento. Confido nei miei colleghi ed ho fiducia che questa situazione si risolverà presto".
Pubblicato in Il mio Blog
Il 3 Dicembre si celebra la Giornata Mondiale delle Persone con disabilità; un evento speciale che ci invita accrescere la nostra sensibilità per riconoscere come nostro fratello e sorella ogni persona affetta da disabilità.
Occorre porre al centro la dignità, l’autonomia, la partecipazione e l’inclusione sociale e la valorizzazione della disabilità.
Stiamo vivendo un tempo difficile per la pandemia di covid che ha messo a dura prova molte famiglie soprattutto quelle con Persone disabili anche qui a Pulsano.
Come comunità siamo chiamati a compiere gesti di vicinanza nei confronti dei nostri concittadini con disabilità promuovendo la cultura dell’incontro e dell'inclusione. Nessuno deve sentirsi escluso, tutti hanno il diritto di essere parte viva del cammino della nostra comunità.
Occorre aumentare l’attenzione verso le persone con disabilità attraverso iniziative finalizzate ad una loro maggiore integrazione nella vita delle nostre comunità.
Il disabile è una grande risorsa capace di donare più di quanto si possa immaginare.
"Occorre formare coscienze capaci di riconoscere ognuno come persona unica e irripetibile”,come ha detto papa Francesco nel Messaggio in occasione della Giornata Mondiale delle persone disabili, 3 dicembre 2019.
Esorto pertanto la comunità pulsanese a stare vicino alle persone con disabilità e alle loro famiglie perché sentano la nostra vicinanza fraterna soprattutto ora che il Natale si avvicina .
Un abbraccio.
ANGELO DI LENA
Pubblicato in Il mio Blog
Con la necessità di adottare il sistema della didattica a distanza, a causa dell’emergenza sanitaria, non mancano i problemi quando ci si trova di fronte a sistemi informatici, soprattutto quando le connessioni internet non funzionano in modo adeguato e con la necessaria potenza.
A Pulsano , con la necessità di ricorrere alla didattica a distanza anche per alcune classi delle scuole dell’ Istituto comprensivo Giannone ci sono diversi genitori che lamentano in queste ore problemi di non facile soluzione.
"Nei prossimi giorni sarà mia premura capire a chi sono attribuibili le responsabilità :
- “Al comune o alla scuola” ?
“Intanto avanzerò come consigliere di opposizione una proposta per una connessione internet potente per le scuole di Pulsano facendo la massima attenzione affinché non ci siano conseguenze di
emissioni elettromagnetiche.
Questo servizio risulta essere utile e, dunque, viene richiesto dal sottoscritto per poter garantire le adeguate connessioni internet per le lezioni a distanza.
Non dobbiamo trascurare nessuno, e sopratutto è necessaria la copertura web per le aree più periferiche del paese”.
 
Pubblicato in Il mio Blog