Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Ti invitiamo a leggere la Cookie Policy

LA POLITICA CHE ASCOLTA
Per realizzare quello che i cittadini vogliono

    

 IL MIO BLOG PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE

News dell'attività comunale 

dilena angelo

Articoli filtrati per data: Settembre 2019

Una valanga di nuove tasse sono in arrivo nel 2020, insieme all’aumento delle bollette delle utenze domestiche, previsto già per il mese di Ottobre 2019.
Il Governo Conte bis, composto Partito democratico , Cinque Stelle e Leu , pensa di risolvere così i problemi dell’Italia… con una valanga di tasse, aumenti di bollette e lotta all’evasione fiscale.
E già, perché ormai nella mente di chi ci governa siamo tutti evasori e tutti da controllare.
Sorprese molto amare arriveranno per tutti i contribuenti italiani “regalo” di un governo composto da un partito in “decomposizione”, sonoramente sconfitto alle elezioni, come il PD e la sua stampella di estrema sinistra LEU e dai Cinque Stelle, ormai asserviti anch’essi alla nomenclatura europea insieme al premier Conte.
Le nuove tasse, una vera e propria stangata, appaiono fantasiose e finanche ridicole, perché ormai non si sa più cosa tassare in Italia.
Si prospetta così, oltre alla odiosissima tassa sul prelievo del contante per costringerci a pagare con carte di credito con ulteriori aggravi a favore delle banche, la tassa sulle merendine per i bambini e quella sulle bibite gassate, che andrebbero compensate - secondo il governo - delle agevolazioni fiscali per il settore energetico, un benefit che, invero, nessuno sarà in grado di utilizzare, visto che saremo spremuti come limoni e senza soldi.
Fra i nuovi provvedimenti a preoccupare imprese e consumatori ci sono anche tasse sul gasolio utilizzato dagli autotrasportatori o la tassa sui trattori.
Tasse che porteranno all’aumento del costo dei prodotti alimentari e non visto che è risaputo che in Italia il commercio si svolge su gomma.
Una nuova tassa potrebbe essere introdotta anche sui biglietti aerei, e, quindi, sulle vacanze, e sulla plastica con le conseguenze che tutti i prodotti imbustati (alimentari e non) potrebbero costare di più.
Ci sarà inoltre un’aumento dell’IVA selettivo su alcuni beni alimentari considerati “beni di lusso” che potrebbero quindi passare dalla tabella di quelli al 4 o al 10%, a quella del 22%. Tra questa la già citata tassa sulle merendine (ormai considerata roba da ricchi!) e sulle bibite gassate e zuccherate (rassegnamoci a bere acqua fresca!), per aumentare gli stipendi degli insegnanti e per finanziare scuola e ricerca.
Anche per la casa il 2020 sarà un anno di nuove tasse.
Tra le tante, in materia di IMU, si riparla di una nuova patrimoniale sugli immobili, ovvero di ridurre la platea dei beneficiari dell’esenzione sulla prima casa, considerando non le caratteristiche dell’immobile, ma la situazione economica del contribuente.
Ed, infine, nuove tasse per le partite IVA, con l’addio alla flat tax che farà tornare l’Irpef progressiva.
Ribellatevi cittadini in cabina elettorale.
E’ ora di votare Lega e mandarli tutti a casa. Basta con questo scempio.
Prima l’Italia e gli italiani, facciamoci rispettare in Europa.

Pubblicato in Il mio Blog

“Occorre provvedere alla verifica statica e all’abbattimento del palo della luce in via De Amicis prima che cada e qualcuno si faccia male”.
Questo il primo commento del consigliere Angelo Di Lena che mostra il palo in cemento in buona parte con i ferri completamente scoperti e arrugginiti.

“L’Enel deve assumersi le sue responsabilità.

L’altro giorno sono stato sollecitato da alcuni cittadini della zona ed ho è inoltrato stamane segnalazione ai vigili urbani in Comune per sollecitare l’ENEL affinché si attivi immediatamente per il suo smantellamento e all’ufficio tecnico per transennare la zona allegando la foto del palo Enel, in cemento, il cui stato crea serie preoccupazioni per residenti e passanti .”

Pubblicato in Il mio Blog

Da alcuni giorni la segnaletica verticale che indica l’ingresso nel Comune di Pulsano in via Basento, davanti all’autolavaggio Novellino, appare pericolante e non più perfettamente visibile.
Ne parla il consigliere Di Lena.

“Stamane ho provveduto a segnalare agli uffici tecnici il problema del cartello pericolante con la indicazione stradale di Pulsano in via Basento ed ho chiesto all’Amministrazione il ripristino della segnaletica che, in questo stato costituisce una situazione di pericolo perchè potrebbe creare disagi alla sicurezza e alla circolazione nel paese.Presto si provvederà alla riparazione.”

Pubblicato in Il mio Blog

Con una missiva corredata di documentazione fotografica il consigliere comunale Angelo Di Lena ha chiesto agli uffici dell’Area Gestione tecnica della ASL di Taranto di intervenire per far riparare la rampa di accesso per i disabili presso il Poliambulatorio di Pulsano.

È lui stesso a spiegare i fatti.

“Nella giornata odierna ho ricevuto una segnalazione da un solerte cittadino circa la pericolosità della rampa di accesso per i disabili che appare danneggiata e, quindi, insicura.
Ho ritenuto doveroso, pertanto, inoltrare una comunicazione agli uffici competenti segnalando il problema affinché si possa provvedere alla immediata riparazione onde scongiurare danni per i cittadini".

Pubblicato in Il mio Blog

Con una istanza protocollata in comune il consigliere di Pulsano Angelo Di Lena ha chiesto al Comando di Polizia Municipale di provvedere al ripristino della segnaletica orizzontale su alcune strade del paese.
È lui stesso a spiegarci.

“Sabato 14 Settembre ho protocollato una richiesta di intervento al comando dei Vigili Urbani chiedendo il ripristino della segnaletica orizzontale e di attraversamento su molte strade in quanto dopo l’estate appare poco visibile e necessita di un restiling.
In proposito ho ricevuto la segnalazione da diversi cittadini.
Ritengo sia necessario intervenire per motivi di sicurezza stradale prima che malauguratamente accadano incidenti. Ricordo in proposito che la segnaletica orizzontale di attraversamento delle strade è obbligatoria per legge.
Anche i dossi risultano purtroppo ormai privi di resa cromatica e rappresentano insidie.
Spero che gli addetti ai lavori mi assicurino un intervento del comune in tempi stretti per la manutenzione della segnaletica orizzontale, in osservanza a tutte le vigenti leggi nazionali in materia”.

Pubblicato in Il mio Blog

La notizia è di quelle clamorose:
l'adesione del consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena, già componente della lista civica di “Pulsano Adesso” e membro dell’Unione dei Comuni terre del mare e del Sole alla Lega di Salvini.
Conosciuto in tutta la provincia Jonica per le sue tantissime battaglie a sostegno della legalità, delle classi sociali più deboli, delle famiglie, definito dai suoi concittadini “La Sentinella del paese” per via della sua presenza costante sul territorio, è considerato da molti un politico di razza, un “tribuno della plebe” per via della sua vicinanza ai problemi della gente di cui si fa carico sempre in prima persona senza delegare.

In questa intervista è lui stesso a spiegarci i motivi della sua adesione al partito di Salvini

- Consigliere Di Lena a quanto pare a Pulsano e nei paesi vicini la conoscono tutti, anche le pietre..

Sì è vero confermo, questo perché io sono sempre per strada tra la gente a risolvere i problemi della comunità.
Non amo fare politica da dietro una scrivania. Per risolvere i problemi bisogna averne contezza delle cose, praticità, agire, non certo stare chiuso in una stanza.
Questo perché la politica per me è servizio nell'interesse della comunità che ci ha eletto come suoi rappresentanti ed il miglior servizio si rende con i fatti.
Del resto la gente dalla politica aspetta risposte concrete ai propri problemi, non parole ed è quello che cerco di fare ogni giorno attivandomi in prima persona.

- Abbiamo appreso nelle ultime ore della sua adesione alla Lega di Salvini.
Molti sono rimasti sorpresi dalla sua scelta essendo lei da sempre stato fautore del civismo politico, altri, tantissimi, hanno apprezzato…

La mia scelta di aderire alla Lega di Salvini è una scelta ponderata ed è frutto di un'analisi dettagliata dei programmi.
In questo periodo le Lega per mezzo dei suoi dirigenti mi ha continuamente cercato apprezzando il mio impegno politico fattivo sul territorio che è conosciuto fino ai vertici del partito regionale.
Questo perché in questi anni ho condotto battaglie non solo per il mio territorio, ma per l'intera Provincia, spingendomi fino alla Regione Puglia per tutelare gli interessi della comunità dell'Arco Jonico.
Non per niente sono stato eletto membro dell'Unione dei comuni delle terre del mare e del sole che raggruppano i paesi della provincia Jonica del versante occidentale.

- Quali sono i punti programmatici della Lega nei quali si riconosce di più politicamente e che hanno determinato la tua scelta?

Anzitutto la legalità che ritengo sia un valore imprescindibile, ovvero il rispetto delle regole e delle norme fissate dallo Stato, ma, oltre questo, ci sono tanti altri punti importantissimi fra i quali il controllo della immigrazione clandestina, l'Autonomia di tutte le regioni italiane nei confronti dello Stato, il sostegno alle famiglie italiane in difficoltà, ai disoccupati, ai giovani, alle forze dell’ordine che sono sempre in prima linea.

- Lei per via del civismo abbraccia un elettorato vastissimo che comprende anche cittadini di estrazione di sinistra.
Alcuni di loro forse non hanno compreso del tutto la sua scelta.

Guardi oggi non ha più senso parlare di destra e di sinistra in quanto le matrici ideologiche di ogni partito si sono perse.
Pensi ad esempio al PD che è il maggiore partito della sinistra.
Ha mai visto per caso Renzi schierarsi a fianco degli operai o andare davanti a una fabbrica a sostegno dei lavoratori come facevano i politici di sinistra di una volta?
La sinistra ha completamente perso la sua identità ed oggi è un partito completamente da ricostruire.
Credo che sia anacronistico ancora parlare di fascismo o di comunismo, perchè ormai sono ideologie defunte inesorabilmente, persino incomprese nel loro significato più profondo dalle nuove generazioni.
Il mondo cambia come è cambiata la Lega, che da partito del Nord è diventato un partito nazionale.
In questo la Lega si è rivelata un partito moderno con un programma serio e ha dimostrato con i fatti di essere in grado di risolvere i problemi del paese e governare.
E’ un dato inconfutabile che Salvini nelle mansioni di Ministro degli Interni ha svolto un lavoro egregio limitando gli accessi agli immigrati clandestini, riportando ordine e sicurezza nelle strade, anche grazie al lavoro egregio delle forze dell'ordine alle quali sono sempre vicino.
E finalmente i cittadini hanno visto un ministro essere vicino alle loro esigenze e rispondere alle loro richieste elettorali.

- Alcuni hanno accusato la lega e i suoi rappresentanti di razzismo per via della politica dell’immigrazione, lei cosa ne pensa in proposito?

Pura ignoranza politica.
Questa accusa è infondata e proviene esclusivamente dagli ambienti della sinistra che cerca in ogni modo di screditare il partito e il leader Salvini.
Lei lo sa che nella lega è stato eletto un senatore di colore nella circoscrizione di Brescia, il senatore nigeriano Tony Iwobi?
Lo chiama razzismo questo?
La Lega non è razzista, non è xenofoba e non è contraria all'immigrazione, ma, giustamente, vuole che essa sia disciplinata secondo le leggi dello Stato.
Chi ha diritto a rimanere per via dei requisiti previsti dalle norme sull’ asilo politico deve rimanere e deve ricevere tutti i benefici dallo Stato per vivere e avere una vita dignitosa. Purtroppo abbiamo constatato, in questi anni, che molti di questi immigrati non provengono da paesi in guerra, come previsto dalle norme per riconoscimento dall'asilo politico e la magistratura, a proposito, ha svelato gli affari illeciti che ci sono dietro immigrazione clandestina e le ONG.

- Cosa vuole dire al partito e ai suoi elettori in conclusione ?

Anzitutto voglio ringraziare i dirigenti della Lega della fiducia che mi hanno accordato, inserendomi in un posto di rilievo, nel Coordinamento Provinciale del partito.
Per ciò che riguarda i miei elettori, sicuramente aumenterà il mio impegno, ma non cambieranno le mie abitudini politiche.
Mi troverete come sempre per strada, vicino alla gente comune, a difendere i loro interessi…. Come un “tribuno della plebe”, visto che molti mi definiscono così.
Tutti sanno che sono una persona seria, che ama lavorare fattivamente per risolvere i problemi della comunità Jonica.
Avere un incarico prestigioso come quello conferitomi mi dà la possibilità di operare con più strumenti per risolvere i problemi dei cittadini ed è questo quello che farò".

Pubblicato in Il mio Blog

In queste ore è stato emanato un bando nazionale e recepito dal Comune di Pulsano per la selezione di n° 16 volontari per i seguenti progetti approvati:

- Minori Protagonisti´ con n°4 volontari -
http://www.comune.pulsano.ta.it/admin/apriallegato.php…

- Differenziamo Pulsano´ con n°6 Volontari -
http://www.comune.pulsano.ta.it/admin/apriallegato.php…

- Il Convento al Centro della Cultura´ con n°6 Volontari.
http://www.comune.pulsano.ta.it/admin/apriallegato.php…

Gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablete smartphone all’indirizzo:

https://domandaonline.serviziocivile.it

Le domande di partecipazione devono essere presentate entro e non oltre le ore 14.00 del 10 ottobre 2019 esclusivamente attraverso la piattaforma DOL.

E´ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto ed un´unica sede da scegliere tra i progetti elencati e riportati nella piattaforma DOL.

"Come è noto a tutti, sono da sempre vicino ai problemi dei giovani disoccupati , ed è per questa ragione che vorrei spiegare meglio alla mia comunità di cosa si tratta e cosa ne penso di questa opportunità :
La Presidenza del Consiglio dei Ministri - dipartimento della gioventu’ e del servizio civile nazionale – ha emanato questo Bando per la selezione di 1.237 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale degli enti accreditati negli Albi regionali con sedi di attuazione in Puglia.
Il Comune di Pulsano seleziona n° 16 volontari per i seguenti progetti approvati: ´Minori Protagonisti´ con n°4 volontari - ´Differenziamo Pulsano´ con n°6 Volontari - ´Il Convento al Centro della Cultura´ con n°6 Volontari;

L’impiego durerà dodici mesi e ai volontari verrà corrisposto un assegno mensile di € 439,50 euro.
Non tantissimo sicuramente.
Dal mio punto di il numero dei posti riservati a Pulsano (solo 16 unità) è decisamente esiguo, considerato anche i requisiti e le condizioni di ammissione.
MI spiego!
Come è noto ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso di alcuni requisiti:
essere cittadini italiani;
essere cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea;
essere cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia;
non aver riportato condanna anche non definitive…ecc .
Ora come potete vedere a questo bando possono partecipare non solo gli italiani, ma anche gli stranieri, quindi un ampio range di persone per così pochi posti.
Ecco quindi che questo progetto diventa una goccia nel mare della disoccupazione .

Molti mi chiedono “ consigliere ma c’è una soluzione a tutto ciò? “

Io penso di si : dobbiamo fare di tutto per riportare Pulsano al centro dell’attenzione della politica nazionale, affinché si faccia veramente qualcosa di importante per aumentare il lavoro giovanile nella provincia di Taranto.
Mi rendo conto della difficoltà oggettiva di coalizzare , ma non abbiamo un alternativa per realizzare ciò se non riunire tutte le forze migliori del paese per realizzare attraverso una fattiva collaborazione le giuste pressioni sul governo centrale per ottenere quanto ci spetta.
E’ da qui che passa la strada verso un miglioramento delle condizioni economiche della nostra comunità ."

Pubblicato in Il mio Blog

A fine estate parliamo di turismo a Pulsano per tracciare un bilancio di questa stagione estiva e lo fa il consigliere Di Lena Presidente della “4^Commissione turismo del Comune di Pulsano”.

“Il mio intervento di oggi è ispirato da alcune dichiarazioni, lette stamane, che affermano che ci sono segnali buoni per il turismo a Pulsano, ma i servizi sono ancora da migliorare.
E’ una verità, ma occorre chiedersi il perché non si è fatto da parte della amministrazione ? ll turismo, purtroppo, non si improvvisa e richiede competenza per migliorare le strategie del marketing territoriale ed una visione allargata dei problemi perché è interconnesso al trasporto pubblico, alla sicurezza, alla pulizia delle strade.
Occorre collaborazione e visione comune di intenti con l'opposizione .
Cosa che non c’è stata purtroppo in molti punti con la maggioranza .
Le strade, infatti, continuano ed essere un problema malgrado le mie continue denuncie, le spiagge sono in buona parte prive di servizi per i disabili e l’amministrazione non si convince che la pista pedonale è stata un fallimento e va rivista e ridimensionata.
Sono da valorizzare i siti della cultura come fatto da Lecce e Matera e soprattutto va creata un rete con gli altri comuni, cosa che come presidente della commissione turismo di Pulsano e membro dell'Unione di comuni ho cercato di fare.
Occorre fare rete perché una informazione così può migliorare il sistema turismo di tutti i comuni jonici.
Purtroppo il mio messaggio e le mie idee non sono state recepite, malgrado la loro modernità e spesso si è ragionato con logiche poco produttive.
Vedi i parcheggi “privati” con le loro esose tariffe che costituiscono una vera e propria corvee.
Occorre convincersi che l’economia del nostro territorio passa dalla qualità e dalla convenienza del servizio e questo non c’è stato perché i prezzi dei parcheggi erano altissimi.
In questo aspetto il comune è corresponsabile di questo andamento negativo che ha prodotto di riflesso tanti problemi per molti cittadini i quali, di fronte alla scarsezza dei parcheggi liberi purtroppo hanno preferito andare altrove in posti più convenienti e non rimanere a Pulsano.
Era prevedibile che sarebbe finito così.
Ma si è voluto continuare per forza su questa strada per non scontentare nessuno....
Quindi alla fine dell’estate secondo me poteva andare meglio ed i servizi potevano essere incrementati, ma occorreva maggiore dialogo e compartecipazione fra le forze politiche di maggioranza ed opposizione per poter migliorare il turismo a Pulsano”.

Pubblicato in Il mio Blog

Era un problema denunciato da tempo dal consigliere comunale di Pulsano Di Lena quella dell’erosione del litorale della Costa pulsanese.

“fondamentale questo problema da me denunciato non ha avuto, purtroppo per molto tempo il giusto rilievo.
Ad oggi, non è stata mai fatto nessun controllo.
Il litorale pulsanese rimane tristemente ingabbiato dalle case e ville e il comune non riesce più ad assicurare l’ordinaria pulizia e manutenzione dei fossi e canali con gravi danni all’ecosistema marino e alle imprese turistiche e balneari.
Finalmente ora si provvederà ad un totale controllo e si capiranno le cause di questi fenomeni distruttivi"

Pubblicato in Il mio Blog

La situazione in Viale Della Longola e nelle vie limitrofe a Marina Di Pulsano non è delle migliori.
I lavori per le condotte idriche, eseguiti dagli stessi cittadini a loro spese, mancano dei collaudi.
Gli stessi cittadini hanno dovuto pagare un tecnico per fare la condotta nei tronchi idrici, nonostante abbiano pagato le spese oneri di urbanizzazione.

Ne parla il consigliere Di Lena:

“I cittadini di Viale Della Longola e di altre strade periferiche della periferia di Pulsano vivono nel disagio e nella carenza di opere di urbanizzazione primaria.
Occorre prendere in mano la situazione e realizzare i lavori di urbanizzazione mancanti a partire dalle strade.
Mi rivolgo agli amministratori e chiedo un intervento da parte del comune e del Sindaco per la realizzazione delle strade e dei tronchi idrici .
Queste persone sono costrette a vivere con le porte e le finestre chiuse per il disagio di strade non asfaltate, con case sempre piene di polvere.
Il disagio è enorme, basti pensare che le vie non si possono percorrere a piedi perché c'è il rischio di incrociare delle autovetture e di essere completamente sommersi dalla polvere e persino i cartelli stradali sono poco visibili coperti anch’ essi , tanto che gli stessi residenti hanno provveduto a realizzare cartelli per limite di velocità .
Il comune ha incassato gli oneri di urbanizzazione e deve provvedere.
E’ un suo dovere”.

Pubblicato in Il mio Blog
Pagina 1 di 2