Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Ti invitiamo a leggere la Cookie Policy

LA POLITICA CHE ASCOLTA
Per realizzare quello che i cittadini vogliono

    

 IL MIO BLOG PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE

News dell'attività comunale 

dilena angelo

Martedì, 24 Marzo 2020 20:18

Il consigliere comunale di Pulsano ANGELO DI LENA , Presidente della 4^commissione servizi sociali chiede la ripresa dei lavori del consiglio comunale e delle commissioni .

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena ha inviato una richiesta formale al Sindaco di Pulsano e al Presidente del Consiglio per la ripresa dei lavori dell’assise comunale di Pulsano e le rispettive commissioni con le opportune cautele o in via streaming.
È lui stesso a spiegarne i motivi :

"La ripresa dei lavori del consiglio comunale di Pulsano e le commissioni con le opportune cautele o in via streaming sono fondamentali per la gestione delle criticità.
Occorre portare avanti tante problematiche che sono rimaste in sospeso e che sono importanti per la vita del paese.
Siamo una comunità e come tale dobbiamo funzionare pensando anche al nostro futuro e al futuro delle nostre famiglie.
Nel dettaglio la mia richiesta parte perché ho appreso che domani la Giunta di Pulsano si riunirà per scegliere i criteri di distribuzione dei beni di prima necessità .
Come organo di vigilanza, quindi , sono impossibilitato a riunire la commissione servizi sociali per comprendere i criteri e i paletti che saranno adottati dalla giunta per la distribuzione dei viveri che hanno donato alcuni privati oltre che dei buoni spesa , perché il Sindaco ha pensato solo a emettere ordinanze e delibere di governo senza pensare minimamente a confrontarsi con le minoranze .
Altra questione che è stata sollevata in queste ore dalla maggioranza in maniera social e ovviamente senza confrontarsi con le minoranze è quella degli affitti:
Sono davvero sconcertato dal modus operandi dell’ Assessore ai servizi sociali , che in un momento di crisi come questo coglie l’occasione per creare false aspettative ai cittadini facendoli sperare in un bando 2019 con l’obiettivo di scaricare colpe alla regione, che non ha mai criticato in 7 anni, distorcendo la realtà come pochi altri, ma la pena più grande me la fanno coloro che ancora abboccano alle bugie di chi con l'inganno cerca di addescarli.
Senza illudervi e ristabilendo la realtà dei fatti è che ad ottobre 2019 la regione Puglia ha azzerato per sempre i contributi sugli affitti per l'anno 2017, circa il 30% del totale sostenuto dalle famiglie con ISEE basso, mettendo in pagamento, con estremo ritardo, la quota parte degli affitti per l'anno 2018.
Ma c'è di più, il rischio concreto è che, avendo lo Stato azzerato il fondo affitti che per la Puglia valeva 6 milioni l'anno e avendo la regione stessa esaurito il fondo autonomo, a partire dall'anno prossimo, c'è il rischio concreto che non venga più accordato ai comuni e quindi ai pugliesi nessuno contributo sulle locazioni residenziali”.

Letto 264 volte Ultima modifica il Martedì, 24 Marzo 2020 20:21