Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Ti invitiamo a leggere la Cookie Policy

LA POLITICA CHE ASCOLTA
Per realizzare quello che i cittadini vogliono

    

 IL MIO BLOG PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE

News dell'attività comunale 

dilena angelo

Angelo Di Lena

Angelo Di Lena

Arriva a Pulsano l’edizione 2019 della kermesse di Pulsano VILLAGGIO SUL MARE. Una manifestazione importante per il paese organizzata dal Consorzio “Marina di Pulsano“ e dalla Proloco che spazia dalla produzione ittica, servizi di alloggio e ristorazione, regolamentazione e tutela ambientale, attività sportive e ricreative, cantieristica, movimentazione di merci e passeggeri.
Questi sono alcuni dei settori sviluppati dalla cosiddetta Blue Economy – l’economia del mare.
Ne parla il consigliere Angelo Di Lena che chiede un incontro fra le parti per la definizione della situazione parcheggi.

“Un manifestazione impotante con oltre 200.000 imprese in Italia legate a questo settore, che merita la massima efficienza per la sua riuscita.
La manifestazione si svolgerà a Marina di Pulsano, in viale dei Micenei (contrada Pezza Rossa) ed occuperà 12.000 metri quadrati a disposizione di attività commerciali e startup per promuovere prodotti e servizi all’interno di stand moderni e attrezzati.
Una occasione di incontro e confronto, con spazi dedicati ai workshop, 600 posti a sedere, enogastronomia, musica e spettacoli dal vivo.
Occorre però pianificare la situazione dei parcheggi.
Perché questa manifestazione richiamerà molta gente in paese e serve trovare aree dove poter sistemare tutto questo prevedibile afflusso.
Un mega evento simile, organizzato dal Consorzio operatori turistici di Marina di Pulsano, ente di sviluppo del territorio, e da Pro Loco di Pulsano, richiede molta efficienza. Occorre incontrarsi tutti, operatori ed ente e valutare le opportunità di sistemazione dei parcheggi, stimolando il lavoro anche delle commissioni.
Il problema dei parcheggi esiste e va risolto per dare alla manifestazione la giusta visibilità e il contatto diretto con clienti e operatori del settore.

In merito alle famigerate multe per l'#autovelox installato dal Comune di Faggiano e dalla Provincia di Taranto e ormai rimosso, #avviso i cittadini che l'ente comunale sta inviando nell'ultimo periodo degli avvisi bonari di pagamento o preavvisi di atti esecutivi.
Qualora aveste ricevuto tale comunicazione, che arriva per posta ordinaria, Vi invito a non sottovalutarlo e a recarvi presso la mia sede per valutare , con l’ausilio di personale tecnico , le soluzioni possibili in modo da non restare impreparati davanti alla successiva ingiunzione di pagamento che segue tale atto.

Pulsano – La necessità di una miglioria del piano della viabilità di Pulsano è una delle priorità del consigliere Di Lena che ne spiega i contenuti.
“Nei giorni scorsi si è fatto rilevare un consistente aumento delle presenze sulla nostra litoranea per l’avvio della stagione estiva.
Tuttavia i problemi non mancano ed occorre intervenire sulla viabilità della litoranea per agevolare turisti e operatori commerciali.
Le numerose presenze di quest’anno meritano la giusta attenzione dell’amministrazione nella gestione della viabilità per garantire la giusta fruibilità delle bellezze del nostro mare e supportare il lavoro degli operatori turistici, commerciali.
Dobbiamo entrare nell’ordine di idee che solo l’efficienza è in grado di attrarre i turisti sulla Marina di Pulsano,.
Bisogna, pertanto, rivedere la viabilità sulla litoranea rendendola più fluida ed occorre trovare soluzioni utili al problema del traffico, garantendone la scorrevolezza.
Una viabilità ottimale è in grado di favorire non solo il numero delle presenze, ma anche di dare ricadute economiche positive su tutto il tessuto economico del territorio.
A tal proposito occorre non solo implementare i parcheggi, ma anche favorire il traffico attraverso la presenza e il supporto dei vigili in alcuni orari, come quelli di punta, in modo da gestire l’afflusso di turisti.
Da ultimo è necessario studiare percorsi alternativi per rendere più agevole il transito sulla litoranea.
Per tali motivi chiederò al sindaco di Pulsano di approntare un piano per la viabilità estiva mediante l’ausilio dell’ufficio tecnico e trovare soluzioni idonee che possano consentire un agevole scorrimento dei veicoli, ridurre i disagi legati al traffico e al parcheggio sulla litoranea e favorire la crescita delle attività che operano sulla litoranea.
Bisogna procedere in tempi brevi con interventi concreti, in grado di fornire tangibili risposte al territorio concordando con gli operatori turistici e commerciali le soluzioni per assicurare la piena efficienza della macchina turistica.

Oggi nella diretta televisiva di Canale 85 durante l’intervista dell’ amico Gianmarco Sansolino ho ribadito di aver depositato nei giorni scorsi una mozione che si discuterà in consiglio comunale per l’istituzione della “consulta cittadina per i diritti delle persone con disabilità”, che è un organismo permanente, già presente in altre città italiane, aperto a persone che orbitano nel mondo della disabilità che analizza i problemi della disabilità a 360 gradi fornendo soluzioni adeguate.
Per tali ragioni è necessario esaminare tutte le criticità che i cittadini fanno rilevare per la risoluzione dei problemi delle barriere architettoniche costituendo un gruppo di lavoro.
Ringrazio tutti gli amici e associazioni presenti :
Unitalsi - Pulsano - Grazia Martello ,Gian Gian Luigi Laterza, la dirigente sindacale della CGIL Paola Fresi , Vinci Francesco dell’ Associazione "Contro le Barriere" e tutti coloro che mi hanno seguito nella diretta Facebook.
Ringrazio anche il Sindaco Francesco Lupoli e l ‘Assessore Marika Mandorino che hanno partecipato al confronto in televisione.

Il Consigliere Angelo Di Lena, dopo ricevuto varie lamentele da parte dei concittadini, ha scritto al Sindaco di Pulsano chiedendo , attraverso una istanza che si discuterà in aula consiliare , l’intervento dell’Amministrazione comunale di Pulsano per risolvere la problematica della carenza di illuminazione pubblica, in più punti, sulla litoranea e strade interne alla Marina .

“In data 11 Giugno 2019 ho scritto al Sindaco per segnalare tutta una serie di problematiche dell’illuminazione sulla litoranea e nelle strade interne.
Molti lampioni della pubblica illuminazione sulla litoranea pulsanese appaiono, infatti, essere spenti mentre altri sprigionano una luce fioca quasi inservibile.
La litoranea di Pulsano, specie in questo periodo, è frequentatissima da parte dei cittadini nonché da turisti che vengono da tutta la provincia e non solo.
Occorre intervenire per consentire alla gente di passeggiare, nelle ore serali.
Ci sono molti punti al buio e alcuni in cui non si riesce neppure a distinguere chi si incontra. Se vogliamo favorire il commercio e il turismo è necessaria che l’illuminazione venga ripristinata in tutti i punti nelle adiacenze della litoranea .
L’amministrazione comunale – ha concluso Di Lena – deve provvedere a ripristinare l’impianto di illuminazione al fine di garantire il servizio pubblico di illuminazione, necessario al soddisfo delle esigenze dei cittadini e soprattutto di valorizzare il borgo marinaro di Pulsano come merita.
Per questi motivi auspico che il Sindaco assicuri un pronto intervento dei tecnici visto il periodo estivo in itinere”.

Il tema della solidarietà e della comunità è da sempre stato un cavallo di battaglia del consigliere Angelo Di Lena anche in consiglio comunale.
Il comune di Pulsano ha deciso di attivare a tal proposito il sistema detto di aiuti solidali per i cittadini che si trovano in condizioni di dipendenza assistenziale o non autosufficienza.
Ne parla il consigliere Di Lena, favorevole a tutte le iniziative di solidarietà .

Il Sistema di aiuti solidali si rivolge ai cittadini ultra sessantacinquenni residenti nel Comune di Pulsano che si trovano in condizioni di parziale o totale non autosufficienza, anche in maniera temporanea, soli o con coniuge anch'esso anziano, privi di idonea rete familiare, nonchè alle persone anziane bisognevoli che non usufruiscono di altri servizi comunali quali: Sad, Centro diurno, Casa Residenza per anziani e cittadini diversamente abili.
Gli AIUTI SOLIDALI previsti sono l’espletamento di piccole commissioni esterne, come ritiro ricette mediche e consegna farmaci a domicilio o la semplice assistenza nelle azioni quotidiane con l’esterno comunitario o la compagnia e supporto nel mantenere relazioni sociali.
Per accedere al servizio le MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA prevedono per gli interessati la sottoscrizione di una istanza di accesso utilizzando l’apposito modello disponibile presso l'Ufficio Servizi Sociali o scaricabile dal sito istituzionale http://www.comune.pulsano.ta.it/…/891175322ERRATA%20CORRIGE… .
L’istanza dovrà essere corredata dalla seguente documentazione :
Autocertificazione attestante che non si usufruisce di un altro servizio socio-sanitario, e che l’interessato presenta difficoltà a svolgere direttamente le ordinarie azioni quotidiane.
Possono presentare anche istanza nell’interesse della persona in difficoltà i parenti care-giver, gli amministratori di sostegno per i propri amministrati, I tutori, I familiari anche non conviventi.
L’ammissione al SAS è a titolo gratuito.
La valutazione dell’istanza che seguirà l’ordine di arrivo, sarà di competenza dei Servizi Sociali comunale che, previa analisi e verifica del bisogno espresso dall’interessato, predisporranno, se il caso, il piano individuale di aiuti solidali.
Detti aiuti saranno realizzati mediante impiego dei volontari disponibili dell’ Associazione Nazionale Carabinieri sez. di Pulsano che espleteranno la loro azione di aiuto a titolo puramente gratuito.
In caso di esubero di domande rispetto ai numero dei volontari disponibili, verrà formulata apposita graduatoria in ordine di bisogno a cura dell’Ufficio Servizi Sociali. L’eventuale graduatoria sarà formulata dando priorità alle persone sole e maggiormente esposte a rischio di isolamento ed emarginazione per andare incontro alle esigenze dei cittadini più bisognosi .

Questo pomeriggio alle ore 16,00 presso il piano terra del Castello De Falconibus si è tenuto un incontro pubblico rivolto alla collettività al fine di presentare il progetto da candidare a finanziamento pubblico di una pista ciclabile che avrà inizio da viale Venezia e terminerà in viale Jonio.
Sono interventui il responsabile del servizio Ll.PP e Ambiente geom. Cosimo D’Errico, il Sindaco e gli Assessori D’alfonso e Menza.

Ne parla il consigliere Angelo Di Lena, presente ai lavori come osservatore :
"ho voluto partecipare a questo incontro perché ritengo che quello della pista ciclabile sia un progetto importante per lo sviluppo turistico di Pulsano per il rilancio.
Si parla di un turismo di nicchia, ma pur sempre di una fetta di turisti che si potranno intercettare in aggiunta a quelli già presenti. Occorre lavorare ancora molto con la consapevolezza che il progetto tecnico della pista che è stato elaborato non sarà di facile realizzazione, ma richiederà tempo e denaro. Per quanto favorevole al progetto, che è meritevole, ritengo necessario pensare alle esigenze del momento e alla stagione a venire.
Pulsano ha bisogno di ricominciare a crescere turisticamente da subito.
Angelo Di Lena , Presidente della 4^Commissione Turismo.

Ne parla di questa importante iniziativa il consigliere Angelo Di Lena, rappresentate dell’unione dei comuni, fra i sostenitori di questo progetto dalle grandi potenzialità.

“Il Bando regionale per le attività di promozione del “Distretto Urbano del Commercio dell’Unione dei Comuni” denominata “Terre del Mare e del Sole” è stato preso in carico con l’assunzione da parte dei comuni del distretto, fra cui anche Pulsano, del formale impegno di co-finanziare nel bilancio le spese previste nella scheda progettuale trasmessa alla Regione Puglia.

Il D.U.C. dell’Unione dei comuni “Terre del Mare e del Sole” è un Bando importante che finanzierà diverse attività di promozione a vantaggio dei Distretti Urbani del Commercio .
E’ previsto un considerevole importo di spesa con diverse tipologie progettuali che comprendono: interventi volti alla realizzazione di servizi innovativi comuni fra gli operatori dell’area (baby parking, consegna a domicilio ecc.), azioni di promozione finalizzate esclusivamente alla rivitalizzazione della rete distributiva e ad aumentarne l’attrattività; attività di promozione e marketing (concorsi a premi, attività di animazione, ecc.) interventi di arredo urbano (fioriere, panchine, totem ecc.), recupero e valorizzazione dei mercati rionali e delle aree attrezzate per lo svolgimento di attività commerciali, recupero di immobili per la fruizione pubblica finalizzata al DUC, spese inerenti costi gestionali (manager di distretto) miglioramento della distribuzione su aree pubbliche con particolare riguardo alle condizioni igienico – sanitarie in conformità alle norme comunitarie e nazionali, interventi di riqualificazione urbana attinenti all’area (parcheggi a uso pubblico, viabilità, rifacimento di strade e marciapiedi ecc.) acquisto di sistemi di sicurezza integrati (videosorveglianza) dotati di comprovabili requisiti di innovazione rispetto ai sistemi tradizionali.
E’ una grande opportunità per tutti i paesi del versante occidentale, compreso il Comune di Pulsano che coinvolgendo la cittadinanza darà nuove opportunità di crescita al nostro territorio.
Concludo dicendo che sono molto soddisfatto perché proprio grazie ai fondi che ho deliberato il 16 Marzo 2019 durante il dibattito in assemblea dell’”Unione dei comuni terre del mare e del sole”potrò dare la possibilità di partecipare a tantissimi commercianti dei nostri territori al corso sulla sicurezza alimentare .
Nello specifico Pulsano avendo recepito la mia delibera , ospiterà i nostri ristoratori ed i proprietari di attività che somministrano alimenti e bevande giorno 20 Maggio alle 15.30 presso il Palazzo Giannone nei pressi del centro storico per stare al passo con le leggi vigenti nella specifica materia con orientamenti da parte di personale qualificato.

Il Comune di Pulsano ha deliberato la istituzione di nuove aree di parcheggio a pagamento ai sensi degli artt. 6 e 7 del C.d.S., nelle aree di VIA VIOLA (tratto compreso tra via Taranto e via Roma) VIA ROMA, VIA XX SETTEMBRE, VIA UMBERTO I (tratto compreso tra via Costantinopoli e via XX Settembre) VIA CHIESA (tratto compreso tra via Costantinopoli e via Vittorio Veneto) VIA COSTANTINOPOLI (tratto compreso tra via Chiesa e via Roma), VIA VITTORIO VENETO, VIA TRIESTE (tratto compreso tra Piazza Maria Immacolata e via Nazario Sauro) VIA VITTORIO EMANUELE (tratto compreso tra Piazza Maria Immacolata e via Goya) VIA TEVERE, VIA CALATI (ASL) VIALE DEI MICENEI, il tutto per un totale di circa 800 posti.
Per queste aree verrà presto indetta da parte dell’ Amministrazione Comunale una gara pubblica per l'affidamento del “servizio di gestione integrata della sosta a pagamento” dei veicoli senza custodia sulle aree di proprietà del Comune durante tutto l’anno e sulla zona marina durante il periodo estivo.

Ne parla il consigliere Angelo Di Lena, da sempre molto sensibile alle problematiche dei cittadini e dei parcheggi.

“L’iniziativa del Comune di Pulsano di istituire nuove aree di parcheggio può non essere ben vista da tutti, ma è fatta con scopi precisi: garantire una rotazione dei veicoli nei posti andando a soddisfare le esigenze di sosta di un alto numero di utenti soprattutto perché attualmente la disponibilità dei parcheggi è limitata; disciplinare la circolazione snellendola soprattutto in determinate zone; ridurre il fenomeno della sosta vietata che causa notevoli disagi.
Personalmente mi rendo conto del disagio dei cittadini e lo condivido, ritenendo necessario da sempre incrementare i parcheggi gratuiti, stante il periodo di crisi che costringe tutte le famiglie a stringere la cinghia, ma credo che questo provvedimento sia in questo momento inevitabile e necessario per giungere proprio a questo obiettivo.
Mi spiego. Per quanto contrario ai parcheggi a pagamento ho chiesto al Sindaco , pur nella necessità di uniformarsi alla legge, di ridurre i costi della sosta e, soprattutto, di pianificare l’utilizzo dei fondi reperiti per l’individuazione, la progettazione e la realizzazione di nuove aree, possibilmente gratuite, per la sosta degli autoveicoli.
Occorre a mio modo di vedere che sia garantita e prevista di pari passo la gratuità di alcune aree di parcheggio che vanno incrementate affinchè non ci sia uno squilibrio con le aree di sosta a pagamento.
L’art. 7 comma 8 del C.d.S. stabilisce, infatti, che, qualora il Comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio o lo dia in concessione, ovvero disponga l’installazione di dispositivi di controllo di durata della sosta, su parte della stessa area o nelle immediate vicinanze deve riservare un’adeguata area destinata a parcheggio senza dispositivi di controllo della sosta.
Ritengo ad ogni modo necessario determinare al più presto e bene la durata della Concessione; la durata annua e gli orari in cui dovrà essere attivo il servizio; le zone da destinare al pagamento; le tariffe da applicare; le categorie di soggetti da esentare dall’obbligo del pagamento; le tariffe agevolate per determinate categorie di utenti, ma anche la pianificazione degli introiti ora accennata e l’approvazione di un regolamento completo sui parcheggi a garanzia e tutela della cittadinanza."

La grandinata killer che ha colpito tutta la Puglia compresa la provincia di Taranto ha provocato danni incalcolabili nelle campagne. “Nei prossimi giorni andrò a a visitare alcuni agricoltori della Provincia jonica.
I danni sono incalcolabili” – queste le prime considerazioni del consigliere Di Lena - “voglio garantire la mia solidarietà agli agricoltori jonici colpiti da questo imprevedibile evento naturale.
Occorre rimboccarci le maniche e trovare soluzioni rapide ed efficaci.
Il primo bilancio delle verifiche in campo di questa “insolita primavera” è inclemente.
A Taranto e provincia, in particolare a Castellaneta, Ginosa, Palagiano, Mottola c’è stata una vera e propria devastazione totale. Chicchi di grandine pesantissimi hanno coperto i campi, distruggendo vigneti, grano, agrumi, albicocche, ortaggi e non mancano i danni agli ulivi.
Un anno di lavoro nei campi è andato distrutto in poche ore e tante famiglie sono in ginocchio.
Occorre inviare immediatamente una richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale ed attivarsi tutti insieme. ”

Pagina 9 di 63